Articolo

Andrea Camilleri: la Sicilia del commissario Montalbano

Andrea Camilleri beve birra solo fino a mezzogiorno, o almeno così faceva fino a qualche anno fa. Un’abitudine bizzarra, ma forse non incomprensibile, quella di stappare una bottiglia alle undici della mattina, dopo le sue canoniche tre ore di scrittura giornaliera, al sopraggiungere di telefonate, impegni,…

Articolo

Hermann Hesse: da “Siddharta” al Nobel, i tormenti di uno scrittore

Hermann Hesse è stato considerato, ancora in vita, un guru dalla maggior parte dei suoi lettori, abituati a scrivergli e richiedergli aiuto e consigli per far fronte a problemi di ogni sorta. Così lo scrittore, che all’epoca si era ormai da diverso tempo ritirato a Montagnola, nel Canton Ticino, passava le sue…

Articolo

Jane Austen: vita e libri dell’autrice di “Orgoglio e pregiudizio”

La schiera di grandi scrittori che non hanno potuto godere in vita del successo meritato è folta e ricca di grandi penne: Jane Austen è una di queste. Il successo per lei arriva, con un’ironia tutta inglese, a un paio d'anni dalla sua morte, avvenuta il 18 luglio del 1817 forse per un’infiammazione alle ghiandole…

Articolo

Franz Kafka: l’autore della “Metamorfosi” e i suoi incubi

Franz Kafka, o – meglio – l’opera di Franz Kafka, ha avuto un’influenza talmente profonda nella letteratura europea e mondiale da meritarsi un aggettivo in grado di rifersi all’insieme delle tematiche sviscerate dai suoi libri più famosi. Un neologismo che possa identificarne l’assoluta unicità, la…

Articolo

Arthur Conan Doyle: Sherlock Holmes e il giallo deduttivo

Arthur Conan Doyle viene ricordato quasi esclusivamente per le storie di Sherlock Holmes: quattro romanzi e cinquantasette racconti che hanno reso immortale il loro creatore e, soprattutto, il loro protagonista. Un successo che Conan Doyle non ha mai apprezzato, ritenendo che rubasse attenzione alle altre sue opere di…