Ken Follett, Stephen King, John le Carré e molti altri: dagli Usa al Regno Unito, dalla Cina alla Francia, passando per Spagna, Francia e Olanda. Ecco i libri più venduti dell'ultimo mese

Tre novità entrano simultaneamente e prepotentemente nelle classifiche di settembre di vari paesi.

A Column of Fire (tr. it. La colonna di fuoco, Mondadori), l’ultimo romanzo storico di Ken Follett ambientato nell’Inghilterra del XVI secolo dilaniata dalle guerre di religione, è al 1° posto in Francia, Germania e Spagna, al 2° nel Regno Unito, al 3° negli Stati Uniti e al 4° nei Paesi Bassi.

In Mannen som sökte sin skugga (tr. it. L’uomo che inseguiva la sua ombra, Marsilio) – 5° episodio della serie «Millennium» iniziata da Stieg Larsson e proseguita da David Lagercrantz – la celebre hacker Lisbeth Salander con l’aiuto di Mikael Blomkvist indaga sui nominativi di un misterioso elenco, che risvegliano velati ricordi della sua tortuosa infanzia. Il libro è al 1° posto in Svezia e nei Paesi Bassi, al 2° in Francia, al 6° in Spagna e negli Stati Uniti, all’8° in Germania.

Sleeping Beauties, prima collaborazione tra Stephen King e il figlio Owen King, al 1° posto nel Regno Unito e negli Stati Uniti, è la storia inquietante di un’epidemia che colpisce le donne quando si addormentano. Il loro corpo viene avvolto in uno strano involucro. Se qualcuno le sveglia, se l’involucro viene violato, le donne diventano feroci e spaventosamente violente. Ma se le si lascia dormire, entrano in un mondo nuovo. Il libro verrà pubblicato in Italia a novembre da Sperling & Kupfer.

Nella saggistica, continua l’incredibile successo di Yuval Noah Harari che, con le sue sintesi audaci e lucidissime di storia, filosofia, scienza e tecnologia, è presente in 6 paesi sugli 8 esaminati (tra cui la Cina) con il suo ultimo libro Homo Deus e con il precedente Sapiens, entrambi pubblicati in Italia con il titolo originale da Bompiani.

Tra le novità di autori locali, segnaliamo in Francia Bakhita di Véronique Olmi (5° posto), romanzo ispirato alla vita straordinaria di Giuseppina Bakhita, proclamata santa nel 2000 da Giovanni Paolo II. Nata nel 1869 nel Darfur, rapita a 7 anni dai mercanti arabi, conobbe le umiliazioni e le sofferenze fisiche e morali della schiavitù. Comprata e liberata dal console italiano in Sudan, si trasferì in Italia e divenne suora presso il convento delle Canossiane di Schio, dove consacrò la sua vita ai bambini poveri.

Soggetto religioso anche per il saggio Psychothérapie de Dieu del neurologo, etologo e psichiatra francese Boris Cyrulnik (2° posto) che affronta il tema della relazione tra gli uomini e il divino e gli effetti terapeutici della meditazione e della ricerca spirituale.

In Germania, il cantautore e protagonista della scena del Poetry Slam Marc-Uwe Kling descrive in QualityLand (al 4° posto) un mondo futuro in cui tutto va bene. Il lavoro, il tempo libero e le relazioni sono ottimizzati da algoritmi, nessuno è costretto a prendere decisioni difficili. Il rottamatore di macchine Peter, però, sente che qualcosa non va: le macchine stanno diventando sempre più umane, e le persone sempre più meccaniche.

Peter Wohlleben entra direttamente al 1° posto con il suo ultimo saggio Das geheime Netzwerk der Natur, dedicato all’affascinante interazione tra piante e animali. I boschi e la protezione della natura sono l’oggetto principale delle sue conferenze e dei suoi libri, tra cui ricordiamo, pubblicati in Italia, La saggezza degli alberi (Garzanti), La vita segreta degli alberi e L’orologio della natura (Macro Edizioni).

Lo scrittore olandese Arthur Japin, famoso per i suoi romanzi di ambientazione storica, entra al 5° posto nei Paesi Bassi con Kolja, la storia di un ragazzo sordo-muto che a 8 anni viene preso sotto l’ala protettrice di Pëtr Il’ič Čajkovskij e del fratello Modest. Quando il famoso compositore muore, Kolja non crede alla causa ufficiale – il colera. Le vere circostanze del decesso sono tenute sotto silenzio, ma per un uomo sordo come lui il silenzio non ha segreti.

Jan Siebelink è uno degli autori più importanti in lingua nederlandese. Knielen op een bed violen, (tr. it. Nel giardino del padre, Marsilio) – la storia di Hans Sievez che sacrifica la propria felicità e quella della propria famiglia in nome di un credo religioso fondamentalista – ha segnato nel 2005 l’apice della sua carriera. De buurjongen è il suo ultimo romanzo, con protagonista il figlio dei vicini di casa della famiglia Sievez (9° posto).

Si intitola Munich il nuovo libro di Robert Harris, al 3° posto nel Regno Unito, una spy-story costruita attorno alle trattative tra Hitler e Chamberlain alla vigilia della II Guerra Mondiale.

Nuova uscita per un altro maestro del thriller ed ex agente segreto, John le Carré, che in A Legacy of Spies intreccia passato e presente attraverso la storia di un ex membro del Servizio Segreto Britannico, chiamato a rispondere davanti a una generazione senza ricordo della Guerra Fredda delle operazioni svolte in quell’epoca nel nome di un bene superiore.

Ed è una spy story anche Los pacientes del doctor García, il quarto volume degli Episodios de una Guerra Interminable di Almudena Grandes (al 4° posto in Spagna), in cui i protagonisti cercano di infiltrare la rete creata in epoca franchista per aiutare i criminali nazisti a scappare in America Latina. I libri della scrittrice spagnola – tra cui Le età di Lulù, Troppo amore, I baci sul pane ­– sono pubblicati in Italia da Guanda.

Nella saggistica segnaliamo al 2° posto Escucha, Cataluña. Escucha, España, in cui quattro autori catalani con una marcata personalità, visioni politiche diverse e un forte impatto sull’opinione pubblica (Josep Borrell Fontelles, Francesc de Carreras, Juan-José López Burniol e Josep Piqué) affrontano con serenità e toni moderati la questione territoriale in Spagna. Il sottotitolo è esplicativo del loro punto di vista: Cuatro voces a favor del entendimiento y contra la secesión.

In Svezia, nuove entrate al 9° e 10° posto per due gialli: Höstsol di Lars Wilderäng è un thriller politico che vede fronteggiarsi americani e russi; in Höstdåd di Anders de la Motte il nuovo capo di polizia Anna Vesper è costretta a ignorare tutti gli avvertimenti e a riaprire un caso di 27 anni prima archiviato come ‘tragico incidente’, ma che non tutti in paese hanno considerato come tale.

In Cina, la nuova entrata più alta (5° posto) è uno dei quattro grandi romanzi della letteratura classica cinese, Xīyóu jì dello scrittore della dinastia Ming Wu Cheng’en, tradotto in italiano con il titolo Lo scimmiotto da Adelphi e Il viaggio in Occidente da Luni Editrice.

Negli Stati Uniti, oltre ai già citati Stephen e Owen King, Ken Follett e David Lagercrantz, segnaliamo tra le novità di narrativa gli ultimi thriller di Harlan Coben, Don’t Let Go, e di James Patterson con James O. Born, Haunted.

Nella saggistica, 1° posto per il noto commentatore televisivo Bill O’Reilly con Killing England, l’ultimo episodio, dedicato alla Guerra civile americana, della fortunatissima serie Killing.

Ironia della sorte, al 2° posto alle spalle di un conservatore anche in libreria, Hillary Rodham Clinton con What Happened, in cui l’ex candidata alla Casa Bianca rivela i suoi pensieri e sentimenti durante una delle campagne elettorali più controverse e imprevedibili della storia.

Qui le classifiche mensili con i bestseller in Francia, Germania, Cina, Regno Unito, Svezia, Spagna, Usa e… 

nota: dal 1985 Informazioni Editoriali, che fa parte del gruppo Messaggerie Italiane, è leader in Italia nella realizzazione e nella gestione di database bibliografici, nonché nella fornitura di servizi informativi per il mondo del libro. È anche editrice del portale iBUK, da cui sono tratte queste classifiche internazionali.

(Visited 1.465 times, 1.466 visits today)

Commenti