Ecco quali sono i libri più venduti negli Usa, in Francia, in Germania, in Inghilterra, nei Paesi Bassi e...

Primizie d’autunno nelle classifiche internazionali di agosto, con alcune interessanti novità che ci terranno compagnia nei prossimi mesi.

La rentrée littéraire francese vede al 1° posto Frappe-toi le coeur, romanzo sulla gelosia di una madre verso la propria figlia, della scrittrice belga Amélie Nothomb, scoperta e lanciata in Italia dalla casa editrice Voland.

Ils vont tuer Robert Kennedy di Marc Dugain, al 5° posto, ha per protagonista un professore di storia convinto che ci sia un legame tra la morte violenta dei propri genitori e l’assassinio del giovane presidente americano nel 1968.

È invece la vendetta verso “tutti i bastardi che non hanno mai pagato i loro crimini” il filo conduttore di Le jour d’avant (9°) di Sorj Chalandon: vendetta per il fratello operaio morto in miniera, per il padre contadino morto di dolore e per la madre rinchiusa, da allora, nella propria solitudine. Lo scrittore e reporter tunisino ha vinto ad aprile il «Premio Letterario Internazionale Tiziano Terzani» con La quarta parete (editore Keller).

Si intitola Prinzessin Insomnia & der alptraumfarbene Nachtmahr, nuova entrata al 3° posto in Germania, l’ultimo romanzo della serie fantasy di Zamonia dello scrittore tedesco Walter Moers. L’insonne principessa Dylia viene accompagnata dallo gnomo Havarius Opal in un avventuroso viaggio attraverso il mondo del pensiero e del sogno. Le storie di Zamonia – ricordiamo, tra le altre, La città dei libri sognanti – sono pubblicate in Italia da Salani.

Was man von hier aus sehen kann di Mariana Leky, al 9° posto, è un romanzo sull’amore difficile, quello che sembra sempre scegliere le condizioni più sfavorevoli. Protagonista e voce narrante è Luise, la nipote di Selma, un’anziana abitante di un paesino nel Westerwald capace di prevedere la morte.

Si ispira al mondo degli animali De sproeipoeper, un libro per bambini di Marianne Busser e Ron Schröder, nuova entrata al 20° posto nei Paesi Bassi.

The Last Tudor, ultimo episodio della saga dei Tudor di Philippa Gregory, pubblicata in Italia da Sperling & Kupfer, entra al 1° posto nella classifica britannica, seguito dal thriller Good Friday, terzo episodio della serie Jane Tennison dell’autrice Lynda La Plante, di cui Garzanti ha tradotto una decina di titoli.

Esponente dei Tartan Noir – la definizione è di James Ellroy e identifica un gruppo di scrittori scozzesi ‘hard boiled’ profondamente legati alla cultura della propria terra – Val McDermid occupa il 3° posto con il nuovissimo Insidious Intent, seguita dall’enigmatica trilogia 2023 di Justified Ancients of Mu Mu alias KLF, il gruppo inglese di house music che ebbe grande successo negli anni Novanta.

È uscito a fine agosto in Italia per Guanda il fenomeno letterario spagnolo del momento, Patria di Fernando Aramburu, da un anno al 1° posto in classifica. Il romanzo, ambientato nei Paesi Baschi, racconta in maniera brillante e commovente, attraverso le vicende di due famiglie, la storia di un’intera comunità lacerata dal fanatismo e bisognosa di riconciliazione.

Il thriller psicologico El día que se perdió la cordura di Javier Castillo, inizialmente autopubblicato su Amazon Kindle Direct Publishing, dopo aver venduto 45.000 copie in formato digitale entra al 5° posto con la versione a stampa.

Numerose novità anche in Svezia, a partire dalla prima posizione occupata da 1968 di Jan Guillou, ultimo episodio della serie dedicata al “Grande secolo”. L’autore, noto soprattutto per i quattro volumi del Romanzo delle crociate con protagonista il templare Arn Magnusson e i suoi discendenti, è tradotto in Italia da Corbaccio.

Tra gli altri nuovi ingressi segnaliamo Vi mot er (4°) di Fredrik Backman, l’autore svedese diventato famoso in tutto il mondo con la comicità amara del suo libro d’esordio L’uomo che metteva in ordine il mondo, pubblicato in Italia da Mondadori, e Den svavelgula himlen (6°), ritratto epico di Helsinki negli anni Sessanta attraverso una storia di amore e di amicizia, dell’autore finlandese di lingua svedese Kjell Westö, di cui Iperborea ha tradotto Miraggio 1938.

Nella classifica cinese, 3° posto per Zhang Haochen con Hòulái shíjiān dōu yǔ nǐ yǒuguān, nove storie sull’eterno tema del tempo, e 9° posto per la nuova edizione di Huózhe di Yu Hua, tradotto in italiano con il titolo Vivere! (edizioni Donzelli e Feltrinelli), con protagonista Fugui, figlio di un ricco proprietario terriero che dilapida in una notte il patrimonio familiare giocando d’azzardo e deve iniziare una nuova, dura vita come contadino per risollevarsi.

Negli Stati Uniti, new entry in vetta alla classifica per Sue Grafton con un nuovo episodio della serie “Alfabeto misterioso”, Y Is for Yesterday, seguito da The Store di James Patterson e Richard DiLallo, ambientato in una società in cui la supremazia del marketing e i grandi monopoli tecnologici sono a un passo dall’avverare l’incubo del Grande Fratello. Il thriller è stato appena pubblicato in Italia, con il titolo originale, da Longanesi.

Sul fronte della saggistica, da segnalare in Germania (le elezioni sono alle porte) Wir können nicht allen helfen (2°) di Boris Palmer, esponente del partito dei Verdi e sindaco di Tubinga, sul tema dell’integrazione degli immigrati e sui limiti della resilienza, e Über den Anstand in schwierigen Zeiten und die Frage, wie wir miteinander umgehen (9°) di Axel Hacke sul tema della coesistenza in quest’epoca storica travagliata.

Nel Regno Unito, 7° posto per l’edizione anniversario di Diana: Her True Story di Andrew Morton, appena ripubblicato in Italia per BUR con il titolo Diana. La vera storia nelle sue parole, arricchito da nuovi capitoli inediti.

Concludiamo con gli Stati Uniti e The Big Lie: Exposing the Nazi Roots of the American Left (4°), l’ultimo libro esplosivo di Dinesh D’Souza, commentatore politico conservatore, in cui l’autore dimostra che la campagna orchestrata dai Democratici per dipingere il Presidente Trump e i conservatori come nazisti è una grande bugia per nascondere la propria ideologia fascista.

Qui le classifiche mensili con i bestseller in Francia, Germania, Cina, Paesi Bassi, Regno Unito, Spagna, Svezia e Usa

nota: dal 1985 Informazioni Editoriali, che fa parte del gruppo Messaggerie Italiane, è leader in Italia nella realizzazione e nella gestione di database bibliografici, nonché nella fornitura di servizi informativi per il mondo del libro. È anche editrice del portale iBUK, da cui sono tratte queste classifiche internazionali.

(Visited 725 times, 725 visits today)

Commenti