Con "A piedi nudi", Andrea Bianchi, fondatore della prima scuola italiana di camminata scalza nella natura, ci invita a toglierci le scarpe e riscoprire il contatto con la natura, percorrerendo un sentiero boscoso, un prato umido di rugiada, o un sentiero ad alta quota

A piedi nudi (Ediciclo) di Andrea Bianchi, fondatore della prima scuola italiana di camminata scalza nella natura, raccoglie le esperienze che l’autore ha collezionato conducendo gruppi di camminatori scalzi, guidandoli alla riscoperta del contatto con la natura.

Camminare a piedi nudi nella natura è una esperienza fatta di meccanica, forza fisica e mentale, emozioni, concentrazione, poesia e silenzio.

a piedi nudi andrea bianchi

Il cammino a piedi nudi è una pratica di benessere adatta a tutti che ci ricollega alla terra e alla sua energia, che ci aiuta a conoscere noi stessi, che ci ricolloca nel mondo. Senza le scarpe il nostro passo diventa leggero e silenzioso, non lascia tracce e suscita una gioia genuina, risvegliando in noi sensazioni sopite o sepolte nei ricordi d’infanzia.

Andrea Bianchi appartiene al Gruppo Italiano Scrittori di Montagna, ed è il fondatore de Il silenzio dei passi, la prima scuola italiana di camminata scalza nella natura – o barefoot hiking – che prende il nome dal precedente libro di Andrea Bianchi, Il silenzio dei passi.

il silenzio dei passi andrea bianchi

Togliersi le scarpe e percorrere scalzi un piano sentiero boscoso, un prato umido di rugiada, o i gradini naturali di un sentiero ad alta quota e imparare a percepire sotto le piante dei piedi nudi il flusso di calore della pietra esposta al sole e le sue diverse tessiture: tutto questo è alla portata di ognuno, appartiene alla preistoria e alla storia dell’umanità, eppure è anche una cosa che oggi, nota Andrea Bianchi, è diventata estremamente rara nelle nostre vite.

A piedi nudi raccoglie il frutto delle esperienze che l’autore ha fatto conducendo gruppi di camminatori scalzi “ai primi passi” desiderosi di ritrovare un contatto diretto con la natura. È insieme racconto di aneddoti e illustrazione di principi generali, approfondimento degli aspetti fisiologici e psichici del camminare scalzi in natura, ma anche raccolta di semplici indicazioni pratiche ed esercizi alla portata di tutti. Il testo è organizzato come una lista in ordine alfabetico, così che il lettore possa scegliere di passare da un termine a un altro secondo le proprie preferenze, decidendo così a ogni passo il suo personale “percorso scalzo”.

(Visited 245 times, 245 visits today)

Commenti