Il romanzo di Elisabetta Fiorito, "Carciofi alla giudia", narra l'incontro di due famiglie appartenenti a culture molto diverse: una commedia sulla multiculturalità...

Giornalista e cronista parlamentare per Radio 24, Elisabetta Fiorito è l’autrice del romanzo Carciofi alla giudia (Mondadori), un libro che racconta l’incontro tra due culture e due famiglie, alle prese con una difficile e chiassosa convivenza.

elisabetta fiorito carciofi alla giudia

Rosamaria è indipendente, si è sempre rifiutata di lavorare nell’azienda di famiglia, perseguendo testardamente il suo sogno di diventare una regista teatrale, sogno che ha faticosamente realizzato; è razionale, quasi illuminista nel suo laicismo, sostiene che “troppa religione fa male, qualunque essa sia“. Finché un giorno si innamora di Davide.

Davide appartiene alla famiglia Fellus, una famiglia ebraica originaria di Tripoli, fuggita dalla Libia nel 1967 in seguito alla cacciata degli ebrei, e che preferì restare in Italia invece di recarsi in Israele. Col senno di poi, la decisione non lascia indifferente David, consapevole del notevole progresso economico, e non solo, compiuto da Israele nel corso degli anni, un progresso che non ha toccato l’Italia allo stesso modo. Poi incontra Rosamaria.

David e Rosamaria, non più giovanissimi, sono in dolce attesa del piccolo Arturo e la futura mamma deve imparare a far convivere due famiglie e due culture molto diverse: da un lato la famiglia di lui, con gli Shabbat e i pasti rigorosamente kashèr, dall’altro la famiglia di lei, con i pranzi domenicali tipicamente romaneschi. Costretta tra due fuochi, Rosamaria gestisce con eleganza una famiglia allargata chiassosa e impegnativa, con il bimbo in braccio e una nuova sceneggiatura in borsa, lucida e razionale, cerca di accontentare tutti quanti, anche la madre che non sopporta di vederla così arrendevole, conoscendone il carattere indipendente.

L’autrice, giornalista di origini romane, ambienta la sua storia sullo sfondo della crisi economica, che porta scompiglio nelle vite di tutti, e rende ancora più attuale e vicina la commedia complessa e ironica di Rosamaria e delle sue due famiglie, del loro complesso comprendersi e accettarsi, in un romanzo che ruota tutto attorno alla straordinaria protagonista femminile.

(Visited 241 times, 84 visits today)

Commenti