Silvia Vecchini e Sualzo animano un graphic novel che nella nitidezza nelle immagini svela competenze e passione - di Maria Anna Patti (CasaLettori)

Forse l’amore, edito da Tunué, è la storia di due adolescenti che sperimentano la gioia e la sorpresa dell’innamoramento. Silvia Vecchini e Sualzo animano un graphic novel che nella nitidezza nelle immagini svela competenze e passione. Restituiscono purezza e innocenza, dubbi e batticuori che avevamo dimenticato.

Il mistero della diversità dell’altro, la parola che si inceppa di fronte a un sentimento nuovo, la mappa del continente emotivo da attraversare, la paura di essere inadeguati: solo il linguaggio poetico riesce a trasformare una storia semplice in una magica avventura letteraria. “Imparare ad ascoltare”, accogliere anche i silenzi, inventare una sinfonia elettiva dove colori, suoni e oggetti ritmano la danza del desiderio.

Forse l'amore

Forse l’amore “è cadere e riprovare”. Un libro da tenere sul comodino a farci compagnia quando i giorni uguali spengono il nostro bisogno di sentirci coccolati e amati.

L’AUTRICE – Maria Anna Patti, appassionata lettrice siciliana, è l’ideatrice di @CasaLettori, punto di riferimento su Twitter per chi ama i libri. Qui la nostra intervista.

(Visited 571 times, 40 visits today)

Commenti