Leonardo Niglia con il suo nuovo romanzo "Angeli del confronto" è tra i dieci vincitori dell'edizione 2016 del torneo letterario IoScrittore...

“Ho partecipato in realtà quasi per caso. Avevo da poco finito di scrivere il romanzo e cercavo una casa editrice per pubblicarlo. […] La formula poi mi affascinava, essere letto da perfetti sconosciuti, che dietro l’anonimato del web avrebbero potuto sbizzarrirsi in commenti più o meno lusinghieri, ma probabilmente senza filtri. Avevo bisogno di qualcosa di obiettivo, che andasse al di là del giudizio degli amici e dei parenti.” Così Leonardo Niglia, torinese, descrive la sua esperienza a IoScrittore, torneo letterario gratuito promosso dal Gruppo editoriale Mauri Spagnol. 

L’autore, che ama viaggiare e mangiare giapponese, vorrebbe imparare il portoghese e saper suonare la tromba, ma per il momento si dedica alla scrittura: il suo romanzo Angeli del confronto è tra i dieci vincitore del torneo ed è in uscita in versione ebook.

Il romanzo si ambienta nella Germania della II guerra mondiale, dove Leni Reinhardt, ragazza tedesca cresciuta sotto il nazionalsocialismo, viene arruolata nell’Aktion T4, un progetto segreto che mira a ripulire la razza ariana da tutte quelle imperfezioni che il nazismo considera indegne di vivere, in quanto “contaminazioni” della purezza della razza. Leni si ritrova in un edificio dove vengono rinchiusi e fatti sparire tutti gli affetti da malattie genetiche, mentali, gli alcolisti e molti altri: lei e i suoi colleghi vengono chiamati gli “angeli del conforto” perché hanno il compito di scrivere false lettere ai familiari dei reclusi, informandoli della loro “accidentale” scomparsa.

Angeli del conforto

Complice di uno dei crimini più orrendi della storia, Leni sarà costretta a confrontarsi con l’orrore di cui è testimone, in un edificio in cui la quotidianità dello sterminio si trasforma in tragica monotonia.

(Visited 113 times, 116 visits today)

Commenti