Ispirato a una storia vera, il libro "La valigia di Adou", firmato da Zita Dazzi, è il racconto di un incontro imprevedibile tra due mondi solo apparentemente distanti...

Questa è la storia del piccolo Adou, di come arrivò in Italia, chiuso in una valigia. E degli occhi che lo attendevano, pieni di stupore e domande, del piccolo Oreste.

Ispirato a una storia vera, il libro La valigia di Adou (pubblicato da Il Castoro e sostenuto da Amnesty International Italia), firmato da Zita Dazzi, giornalista di Repubblica, è il racconto di un incontro imprevedibile tra due mondi solo apparentemente distanti.

LA VALIGIA DI ADOU di Zita Dazzi

Nel libro Adou e Oreste hanno molte cose in comune: hanno tutti e due dieci anni, amano il calcio, non capiscono il mondo dei grandi. E poi, tutti e due aspettano qualcosa: Adou non vede l’ora di arrivare in Italia, Oreste aspetta la nascita della sorellina. Ma il sogno dell’Italia per Adou comincia nel modo più drammatico: da solo, dentro una valigia – una valigia che sarà proprio Oreste ad aprire, riservandogli la più grande sorpresa della sua vita. A voci alternate, Adou e Oreste ci raccontano la storia che li ha portati a incontrarsi, partendo ognuno da un punto diverso e in barba a qualunque ostacolo. Perché i legami più forti, a volte, nascono nei modi più inaspettati…

 

 

(Visited 153 times, 153 visits today)

Commenti