Le cose da sapere sulla Fiera del libro per ragazzi di Bologna (sempre più aperta al pubblico)

di Redazione Il Libraio | 19.03.2015

Dal 30 marzo al 2 aprile torna "Bologna Children’s Book Fair", appuntamento di riferimento per il settore dell'editoria per ragazzi. Per la prima volta aperta al grande pubblico la "Mostra degli Illustratori". Spazio, tra l'altro, al "weekend dei giovani lettori"...


Leader del mercato internazionale dei libri per bambini e Young Adult, Bologna Children’s Book Fair si riconferma il più importante punto di riferimento per editori, agenti e operatori di settore di tutto il mondo. Quest’anno, dal 30 marzo al 2 aprile, la fiera si arricchisce di nuove opportunità con la scelta di confermare e ampliare il programma speciale di apertura al pubblico dei piccoli e grandi lettori inaugurato lo scorso anno, nel fine settimana che la precede, il 28 e 29 marzo. Un passo in più per una fiera che non è solo appuntamento importante per il mercato del copyright, ma anche luogo dove si evidenziano e si studiano le tendenze editoriali di settore che da sempre contribuisce al successo di illustratori e autori; dove si dà spazio agli incroci e alle sperimentazioni dei linguaggi transmediali dell’editoria per ragazzi; una fiera dove prendono forma progetti che vengono esportati in tutto il mondo.

Con oltre 30.000 visitatori da 95 paesi, più di 1.200 espositori, nella scorsa edizione – dato che si va confermando anche quest’anno – Bologna Children’s Book Fair, come si legge nel comunicato di presentazione, è un evento culturale unico,  che non solo attrae gli editori e gli operatori specializzati, ma coinvolge anche la città di Bologna attraverso la Settimana del libro e della cultura per Ragazzi, con incontri e presentazioni, e nuovamente quest’anno, più che mai, con il weekend dedicato a tutti.

L’iniziativa, che si svolge sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni ambientali e Culturali, vede la collaborazione, insieme a BolognaFiere, dell’AIE – Associazione italiana Editori, dell’Università di Bologna – Dipartimento di Scienze dell’Educazione e del Comune di Bologna.

Lo scorso anno per  i secondi cinquant’anni della Fiera è stato creato un padiglione per il pubblico dei bambini e dei ragazzi, con una grande libreria internazionale e un ricco programma di eventi; quest’anno la Fiera offre in anteprima alla città la storica Mostra degli Illustratori, che da sempre è il cuore della Fiera del libro per ragazzi e che presenta una panoramica davvero mondiale.  Non solo: protagonisti della ‘Settimana’ saranno anche gli operatori che per primi sono artefici della promozione della lettura: certamente i bibliotecari ed i librai – da sempre assidui frequentatori della Bologna Children’s Book Fair – ma anche e soprattutto gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, ai quali quest’anno la Fiera rivolge un caloroso invito, proponendo loro un programma di 13 incontri internazionali su diverse tematiche e la possibilità di preregistrarsi e accedere così alla fiera a condizioni speciali. È un ulteriore passo, questo, che BolognaFiere compie nell’intento di contribuire concretamente alla diffusione della lettura e della cultura per i ragazzi, nel segno anche delle indicazioni importanti del Centro per il libro e la lettura, sotto i cui auspici si svolge l’intera ‘Settimana’ .

28 E 29 MARZO: IL WEEKEND DEI GIOVANI LETTORI, NUOVO APPUNTAMENTO PER TUTTI IN FIERA – La grande mostra di illustrazione della Bologna Children’s Book Fair, insieme alle altre iniziative che ne completano il quadro, sarà per la prima volta aperta al pubblico. Alice in questo nuovo paese delle meraviglie  fa da guida d’eccezione tra libri e figure, nel suo 150° non-compleanno. Sono attesi grandi nomi: ad inaugurare il Weekend dei Giovani Lettori Roberto Piumini e in chiusura, Altan.

Come è noto la BCBF è riservata ai professionisti del settore, ma per andare sempre più incontro alle richieste del pubblico che chiede di poter partecipare e fruire dei contenuti di questa grande manifestazione, quest’anno viene ampliata l’iniziativa dedicata ai piccoli e giovani lettori inaugurata lo scorso anno.
Durante il Weekend dei Giovani Lettori, che precede l’apertura ufficiale, infatti, la BCBF compie un ulteriore passo, e per la prima volta apre al grande pubblico la Mostra degli Illustratori, da sempre sua punta di diamante:  con  oltre 3000 candidati da più di 60 Paesi  – illustratori pubblicati ed emergenti, studenti di rinomate scuole d’arte, artisti di fama consolidata ed eccellenti debuttanti, che presentano 5 tavole ciascuno e che vengono selezionati da una giuria internazionale di esperti (tra gli altri, quest’anno il grande illustratore Svjetlan Junakoviće Charles Kim, associated publisher del MoMA di New York) – offre una straordinaria panoramica sulle nuove tendenze. Le illustrazioni dei vincitori saranno raccolte nell’Annual (Corraini edizioni), la cui copertina porta quest’anno la firma di Roger Mello, premio Andersen 2014. Tutti gli appassionati potranno visitare l’esposizione delle oltre 300 illustrazioni selezionate e provenienti da tutto il mondo: una preview per il pubblico dei bambini e dei ragazzi, un’occasione unica di vedere il meglio delle nuove tendenze dell’illustrazione mondiale, prima che questa esclusiva Mostra degli Illustratori si sveli al pubblico internazionale della BCBF e parta poi per una tournée in Giappone e in altri paesi.

E ancora, il pubblico sarà accompagnato da una bambina d’eccezione: Alice, che compie 150 anni e li festeggia in fiera con tantissime iniziative, prima fra tutte una mostra delle più belle edizioni al mondo del romanzo di Lewis Carroll. Alice è un personaggio con il quale molti illustratori si sono confrontati, la mostra ne darà testimonianza: “Alice nei libri” avrà una selezione delle più pregevoli edizioni del capolavoro di Carroll, rivisitato da grandi illustratori. Dalle prime edizioni illustrate di Tenniel fino ai contemporanei Anthony Browne, Nicole Claveloux, Helen Oxenbury, Lisbeth Zwerger. Insomma, tutte le diverse fisionomie che la bambina ha via via assunto nel corso degli anni e non più solo quella disneyana. Alice è un’icona di una infanzia che sorprende, che non si fa completamente catturare, che abita il paese delle meraviglie dove anche il pensiero si prende gioco del tutto.

La presenza di Alice sarà evocata nel Weekend dei Giovani Lettori anche con l’aiuto del grande pasticcere bolognese, Gino Fabbri, campione del mondo 2015 dei pasticceri, che decorerà i dolci di Alice destinati ai piccoli per rendere omaggio al non compleanno della celebre bambina.
La passione di Carroll per la nuova arte, la fotografia, verrà riproposta grazie a un fotografo “ottocentesco” che ospiterà i bambini nel suo studio per una “posa” in compagnia del personaggio preferito. Il ritratto giungerà come per magia nello smartphone di mamma e papà e infine con un laboratorio di disegno, ispirato allo straordinario lavoro di Thomas Perino, autore di incisioni per l’edizione francese più recente di Alice, il Weekend dei Giovani Lettori consentirà ai bambini di dare nuovi colori ad Alice e al suo mondo surreale.

In città, Schermi e Lavagne – Dipartimento Educativo della Cineteca propone una serie di proiezioni al Cinema Lumière: sabato 28 marzo alle 16 verranno proiettati due tra i primi film tratti dalla storia di Alice nell’epoca del muto, realizzati nel 1903 e nel 1915, che verranno accompagnati al pianoforte dal vivo (proiezione per bambini da 4 anni in su).

Nel padiglione 22, a pochissimi metri dalla Mostra Illustratori, i ragazzi potranno avventurarsi tra i meandri di una straordinaria libreria internazionale, che proporrà il meglio degli editori di tutto il mondo presenti alla Bologna Children’s Book Fair e nelle giornate professionali fungerà poi da bookstore per gli operatori. Un evento e un servizio insieme, che BolognaFiere realizza con la collaborazione tecnica della Cooperativa Culturale Giannino Stoppani. “Letteralmente una libreria letteraria”, uno spazio internazionale con una nuova concezione delle aree: una libreria “testo”, un libro fra i libri, da leggere in solitudine o accompagnato da una guida. Una libreria percorso: dalla A alla Z, da Alice alla Cina, da Expo alla Natura, dalle Fiabe all’Oriente, per ogni lettera dell’alfabeto. Una libreria singolare con un carattere fortemente orientato al rispetto per il pubblico, alla sua formazione e al suo servizio con le visite guidate e i laboratori.

Il pubblico avrà modo inoltre di affacciarsi agli scenari editoriali della Croazia, Paese ospite di quest’anno, con il progetto “Living Waters, Living Stories” partecipando ai laboratori di Svjetlan Junaković (la cui personale verrà inaugurata in città), visitando le mostre in Fiera “Aquamarine Selection” di 14 artisti croati contemporanei e “Moorings and Deep Waters of Childhood”, dedicata a sessanta illustratori storici della Croazia, e di approfondire la conoscenza di due grandi e pluripremiati illustratori che esporranno i loro lavori in due mostre esclusive: il brasiliano Roger Mello e la portoghese Catarina Sobral, vincitrice nella scorsa edizione del premio che la prestigiosa Fundacion SM assegna in collaborazione con BolognaFiere a un illustratore under 35.

E ancora, la mostra dei 50 anni di BolognaRagazzi Award permetterà ai visitatori di ripercorrere la storia e l’evoluzione dell’editoria mondiale per ragazzi, attraverso la selezione dei libri vincitori di questo mezzo secolo appena trascorso: “La vetrina magica 50 anni di BolognaRagazzi Awards, Editori e Letteratura per l’infanzia”.

Il ricco e variegato mondo delle illustrazioni proposto al grande pubblico dalla Fiera potrà essere esplorato anche con l’aiuto di guide d’eccellenza: docenti di illustrazione e “illustri illustratori”. La selezione internazionale espressa nella mostra, così come la selezione degli artisti croati o le personali di artisti vincitori di premi speciali, saranno raccontate con parole esatte, con riferimento alle tecniche, alle poetiche, agli stili.
Anche la grande libreria internazionale è un “testo” da leggere, da interpretare, e anche in questo caso, librai specializzati, associati nella rete italiana Alir, si fanno guide per momenti importante di informazione e formazione.

BolognaFiere è Official Partner di Expo Milano 2015 e realizzerà il Biodiversity Park, l’area tematica più “verde dell’Expo”: 8500 mq di parco, un teatro e due padiglioni racconteranno la ricchezza dell’agrobiodiversità e l’importanza dell’agricoltura biologica per la coltivazione del territorio nel pieno rispetto della natura, per “Nutrire il Pianeta” in modo sostenibile.  A sottolineare il collegamento con Expo, il Weekend dei Giovani Lettori ospiterà Foody, la mascotte dell’esposizione universale, che inaugurerà le giornate per il pubblico e che sarà protagonista di un laboratorio di disegno per i piccoli ospiti della fiera.
Non solo: la Fiera del Libro per Ragazzi organizza alla Biblioteca Salaborsa la mostra gratuita Books & Seeds/Libri & Semi – aperta al pubblico dal 30 marzo al 12 aprile –  una selezione di oltre 100 libri da tutto il mondo dedicati ai temi di Expo – l’agricoltura, la coltivazione biologica, la biodiversità, l’abbondanza e il deficit alimentare, la cucina e molto altro. Un percorso educativo e un confronto tra diverse culture attraverso le parole e le illustrazioni della più bella editoria internazionale. La mostra, dopo l’anteprima bolognese, andrà a Milano nel Parco della Biodiversità curato da BolognaFiere.

Fonte foto: ufficio stampa

LEGGI ANCHE:

Lasciamo scegliere ai nostri figli i libri che vogliono 

I ragazzi e l’amore per la lettura, oltre i luoghi comuni 

Cosa vuol dire parlare di libri agli studenti del mio Sud 

La storia di un’insegnante che ama trasmettere la passione i libri (non solo ai suoi studenti)