Il coach Lorenzo Paoli racconta l'importanza della lettura e della "scrittura di se stessi": "Leggere è un’arte, soprattutto quando ci soffermiamo sulle parole che descrivono la nostra vita"... - Scopri i suoi consigli

di Lorenzo Paoli*

Leggere è un’arte, soprattutto quando ci soffermiamo sulle parole che descrivono la nostra vita, le nostre emozioni, i dolori e le vittorie che ci hanno accompagnato. Un’abitudine che ho da quasi dieci anni e che ho sempre considerato un toccasana per la mente e lo spirito è quella di scrivere un diario. Negli anni ho riempito decine di taccuini di ricordi, pianificazioni per il futuro, scarabocchi e mappe mentali. Tutto quello che mi passava per la testa e il cuore.

I vantaggi di scrivere sono molti:

  • Ti fermi. In un mondo sempre connesso, sempre di corsa, imparare a fermarsi e riflettere ti permette di riprendere consapevolezza di dove sei e cosa vuoi veramente dalla tua vita. A volte diamo per scontato che quello che facciamo ogni giorno sia veramente l’unica strada possibile. Fermarsi a pensare e scrivere ci aiuta a trovare nuove strade quando comprendiamo che quella che stiamo percorrendo non è quella giusta.
  • Rallenti i pensieri. Se potessi registrare tutti i pensieri che ti passano per la mente, ti stupiresti di quanti sono, quanto diversi e quanto veloci. L’atto di scrivere ti costringe a rallentare il pensiero, renderlo meno fugace, più “pesante” e quindi reale. In questo modo puoi prendere decisioni migliori e soffermarti sui piaceri della tua giornata e le sfide che vuoi ancora cavalcare.
  • Ti racconti in modo onesto. Se sappiamo che il diario non lo vedrà nessuno, saremo completamente onesti con noi stessi. Spesso non lo facciamo, per tanti motivi. Il diario ci permette di metterci a nudo, di vedere i nostri punti di forza e i difetti. Può essere un primo grande passo per cambiare quello che ci sta ostacolando o comportamenti che non ci piacciono di noi.
  • Scrivi a mano. Nell’era dei computer, credo che moltissimi di noi non scrivano molto con la penna, se non la lista della spesa e pochi appunti sparsi. La nostra calligrafia è parte di noi, non perdiamo l’abitudine di utilizzarla.
  • Prendi del tempo per te stesso. È un appuntamento con te stesso, una parentesi durante la giornata in cui puoi creare uno spazio di riflessione, lasciando il mondo fuori e il cellulare assolutamente spento. Ci lamentiamo spesso che non abbiamo abbastanza tempo, ma spesso lo sprechiamo. Rispettiamo gli appuntamenti con gli altri: ma siamo disposti a rinunciare a quelli con noi stessi. Scrivere è un modo per darsi un appuntamento importante.

 

Un’abitudine ha bisogno di tempo per diventare tale: provaci per un paio di mesi, ascolta te stesso e poi decidi. Vedrai che il viaggio dentro di te sarà fantastico, illuminante e una porta verso nuove possibilità.

*L’autore ha pubblicato Il coaching per la tua startup (Vallardi)

IL COACHING PER LA TUA STARTUP

LEGGI ANCHE:

Giovani Startup in Italia (emigrare non è più necessario)

(Visited 137 times, 57 visits today)

Commenti