Quella sensazione nota a molti lettori: leggere pagina dopo pagina senza riuscire a smettere, divorare il libro, ma non volere che finisca...

Leggere voracemente e girare le pagine con trepidazione ma, allo stesso tempo, non volere che il libro finisca è una sensazione nota a molti lettori: anche nota come la “sindrome da lettura infinita”, si caratterizza per il desiderio di protrarre la lettura all’infinito.

Chi ama leggere lo sa: quando un libro cattura la nostra attenzione è difficile staccarsi dalle sue pagine, anche a costo di rimanere svegli fino a orari improbabili pur di procedere nella lettura. Ma questo non significa che si voglia finire il libro: si vuole leggere, ma non finire di leggere.

L’ultima pagina è tanto anticipata quanto temuta, come un momento nefasto, tragico, che lascerà un inevitabile vuoto dentro ogni lettore che si sia appassionato alla sua storia.

Per fortuna c’è una cosa che non finisce mai: i libri. Più libri si legge più si vorrebbe leggere, è una legge scientificamente testata, così, una volta finito il libro, basta cominciarne un altro per ripiombare ancora nel vortice della lettura.

(Visited 335 times, 337 visits today)

Commenti