"Origin" di Dan Brown è tra i protagonisti delle classifiche dei bestseller internazionali. Ecco i libri più venduti negli Usa, in Francia, in Germania, in Spagna e...

Origin di Dan Brown è il protagonista indiscusso delle classifiche di ottobre. L’ultima avventura del professore di simbologia e iconologia religiosa Robert Langdon (pubblicata in Italia da Mondadori) entra al 1° posto in Francia, Paesi Bassi e Regno Unito, al 2° in Germania, Spagna e Stati Uniti e al 3° in Svezia.

Tra le numerose novità di narrativa, segnaliamo in Francia il thriller ambientato a Marsiglia On la trouvait plutôt jolie (2°) di Michel Bussi, e Trois baisers di Katherine Pancol (3°) con protagonisti alcuni personaggi dei suoi precedenti romanzi che intrecciano storie di speranze, tradimenti, sospetti e baci inattesi.

In Germania ritorna un maestro del thriller psicologico, Sebastian Fitzek, che in Flugangst 7A (1°) gioca con la paura primordiale umana di essere intrappolato e indifeso a bordo di un aereo, mentre Robert Menasse in Die Hauptstadt (3°, vincitore del Deutscher Buchpreis 2017) descrive una Bruxelles in cui dominano gli ipocriti e i carrieristi con intrighi e interessi particolari.

L’ultimo legal thriller di John Grisham, The Rooster Bar (1° negli Stati Uniti, 2° nel Regno Unito), è la storia di tre giovani idealisti che vogliono esercitare la professione legale per cambiare il mondo e renderlo un posto migliore, ma che si trovano intrappolati nella “Grande truffa delle scuole di legge”.

In Svezia Denise Rudberg, ex autrice di chick lit convertitasi al poliziesco, è in libreria con De sju som såg (4°), settimo episodio della serie Marianne Jidhoff ambientata nei “salotti bene”, scritta in uno stile da lei stessa definito “elegant crime”.

Qui le classifiche mensili con i bestseller in Francia, Germania, Cina, Regno Unito, Svezia, Spagna, Usa e… 

Ritorno al futuro per il protagonista di Wǒ zài wèilái děng nǐ di Liu Tong (2° in Cina), un insegnante 36enne dalla vita monotona che vorrebbe rivivere l’innocenza dei suoi diciassette anni. Per errore ritornerà indietro nel tempo, ma sempre come insegnante 36enne. E tra gli alunni di una classe incontrerà se stesso 17enne.

Tra i titoli di non-fiction questo mese compaiono numerose novità di genere biografico e autobiografico.

In Francia, 4° posto per la biografia ufficiale di Jeremstar, giornalista di gossip celebre per le interviste nella vasca da bagno pubblicate sul suo blog, e 8° posto per Monstre, libro di confidenze, talvolta nero e amaro, di Gérard Depardieu.

Sono di un avvocato e politico tedesco le memorie al 4° posto in Germania – Ein Leben ist zu wenig di Gregor Gysi, leader del Partito di Unità Socialista della Germania Est e poi figura di punta del partito Die Linke.

Nei Paesi Bassi, Onno Blom è l’autore di Het litteken van de dood (2° posto), una biografia dello scrittore, scultore e pittore Jan Wolkers. Blom ha lavorato per oltre dieci anni a quest’opera, da cui emerge la vita ribelle, ossessiva e sensuale dell’artista, in preda all’amore e alla morte.

È invece di un arbitro di calcio, Bas Nijhuis (3°), la biografia scritta da Eddy van der Ley, che offre un punto di vista unico sul mondo dell’arbitraggio, ricco di aneddoti informativi e spesso esilaranti.

In Only Fools and Stories, al 3° posto nel Regno Unito, l’attore David Jason continua il racconto della propria vita iniziato nella precedente autobiografia My life, descrivendo, con uno stile divertente e commovente, i personaggi che lo hanno reso famoso.

Alle sue spalle, Life to the Limit: My Autobiography del pilota Jenson Button solleva il coperchio sul mondo dorato e spesso nascosto della Formula 1, rivelando i suoi rapporti con i protagonisti delle corse automobilistiche e trasmettendo al lettore le sensazioni che si provano al posto di guida, viaggiando a oltre 300 chilometri all’ora, combattendo la paura della morte.

In Spagna, la cantante di origini argentine Chenoa racconta la sua vita e la sua carriera in Defectos perfectos (3°), rivelando la propria personalità in pagine ricche di glamour, emozioni, dolori e gioie.

Si intitola Monster anche la biografia di uno dei principali influencer svedesi su YouTube, Joakim Lundell, che in questo libro racconta a Martin Svensson e Leif Eriksson il proprio passato difficile, tra solitudine, droghe, crimini e tentativi di suicidio, fino all’incontro con la moglie Jonna che ha saputo dargli la fiducia e l’autostima necessaria per trasformarsi nella voce amica di centinaia di migliaia di persone.

L’autore del bestseller internazionale Steve Jobs, Walter Isaacson, ritorna in libreria con una nuova biografia dedicata a Leonardo da Vinci (2° negli Stati Uniti, appena uscito in Italia per Mondadori), proseguendo il suo percorso alla ricerca delle menti geniali che hanno condizionato, plasmato e fatto progredire l’umanità con le loro scoperte.

Concludiamo con l’intrigante 3° posto di Sisters First in cui le sorelle gemelle Jenna Bush Hager e Barbara Pierce Bush raccontano la vita da nipoti e figlie di due Presidenti degli Stati Uniti, condividendo storie sulla loro famiglia, le loro avventure inaspettate, i loro amori e perdite e il legame di sorellanza che le unisce e che viene prima di ogni cosa.

nota: dal 1985 Informazioni Editoriali, che fa parte del gruppo Messaggerie Italiane, è leader in Italia nella realizzazione e nella gestione di database bibliografici, nonché nella fornitura di servizi informativi per il mondo del libro. È anche editrice del portale iBUK, da cui sono tratte queste classifiche internazionali.

(Visited 966 times, 966 visits today)

Commenti