il libro

A cantare fu il cane

«Guardate la faccia di uno che abbia appena finito di leggere un romanzo di Vitali: gli occhi sorridono beati... conservano il ricordo di una esperienza felice.»
«Panorama»
Una nottata turbolenta, ladri, fughe, amori, e un bastardino ringhioso e mordace «Un diavolo, no. Un cane piuttosto. Il bastardino di casa Panicarli della cui esistenza nessuno aveva avvisato il carabiniere Virgola. Sbucato da chissà dove, e abbaiando come se avesse ereditato i toni di tutte le razze che s’erano incrociate prima di arrivare a lui, in un battibaleno gli aveva addentato la gamba sinistra del pantalone, strappandola con una ferocia ringhiante e poi sputandola per riprendere ad abbaiare come un ossesso, e aggirandolo per attaccarsi alla gamba destra.» La quiete della notte tra il 16 e il 17 luglio 1937 viene turbata a Bellano da un grido di donna. Trattasi di Emerita Diachini in Panicarli, che urla «Al ladro! Al ladro!» perché ha visto un’ombra sospetta muoversi tra i muri di via Manzoni. E in effetti un balordo viene poi rocambolescamente acciuffato dalla guardia notturna Romeo Giudici. È Serafino Caiazzi, noto alle cronache del paese per altri piccoli reati finiti in niente soprattutto per le sue incapacità criminali. Chiaro che il ladro è lui, chi altri? Ma al maresciallo Maccadò servono prove, mica bastano le voci di contrada e la fama scalcinata del presunto reo. Ergo, scattano le indagini. Prima cosa, interrogare l’Emerita. Già, una parola, perché la donna spesso non risponde al suono del campanello di casa, mentre invece è molto attivo il suo cane, un bastardino ringhioso e aggressivo che si attacca ai polpacci di qualunque estraneo. E il Maccadò, dei cani, ha una fifa barbina. A cantare fu il cane ci offre una delle storie più riuscite di Andrea Vitali. I misteri e le tresche di paese, gli affanni dei carabinieri e le voci che si diffondono incontrollate e senza posa, come le onde del lago, inebriate e golose di ogni curiosità, come quella della principessa eritrea Omosupe, illusionista ed escapologa, principale attrazione del circo Astra per le sue performance, ma soprattutto per il suo ombelico scandalosamente messo in mostra. E per la quale, così si dice, ha perso la testa un giovanotto scomparso da casa…
Titolo
A cantare fu il cane
ISBN
9788811687658
Autore
Collana
Casa Editrice
GARZANTI
Dettagli
421 pagine, Cartonato
Prezzo di questa edizione cartacea

Citazioni più amate

Non è stata inserita nessuna citazione tratta da questo libro.
Dopo lunga e penosa malattia

Dopo lunga e penosa malatt…

A. Vitali

Un mistero nascosto tra le sponde del lagoe solo sette giorni per scoprire la verità.Il telefono suonò poco

Olive comprese

Olive comprese

A. Vitali

Quattro «imbecilli» di paese,l’occhio vigile del maresciallo Maccadòe Filzina, un’esile ragazzadalle…

La figlia del podestà

La figlia del podestà

A. Vitali

Un amore contrastato, un podestà ambizioso, un sogno aeronautico: la comicità contagiosa e l’intreccio appassionante…

La verità della suora storta

La verità della suora sto…

A. Vitali

Non sta mai ferma,è sempre indaffarata…e nasconde qualcosa «A quell’ora, se non aveva niente

Almeno il cappello

Almeno il cappello

A. Vitali

La piccola fanfara di Bellano, le aspirazioni e le ambizioni personalidelle autorità e di un musicista dilettante,gli intrecci…

Un amore di zitella

Un amore di zitella

A. Vitali

A Bellano, la dattilografa del comune si sposa!È caccia al fantomatico fidanzato… «Il custode del

Regalo di nozze

Regalo di nozze

A. Vitali

Una 600 bianca come la neve,la prima gita al mare,i mitici anni Sessanta   Al vederla Ercole si fermò all’istante,

La modista

La modista

A. Vitali

Un romanzo con guardia e ladri «Con occhio di rapina il maresciallo Accadi aveva visto la signora Anna Montani,

Le mele di Kafka

Le mele di Kafka

A. Vitali

Un imprevisto soggiorno in Svizzera, il torneo di bocce alle porte e l’incontro fatale con la leggendaIl nome dello

Il meccanico Landru

Il meccanico Landru

A. Vitali

Uno straniero affascinante come un gaucho porta scompiglio nella placida Bellano «Sono il meccanico Landru»,

Viva più che mai

Viva più che mai

A. Vitali

Una notte sfortunata, un contrabbandiere improvvisato e qualche scomoda verità di troppo Se non lui, chi?, si chiese

Le belle Cece

Le belle Cece

A. Vitali

«Un fenomeno. Racconta l’Italia che non c’è più. E vende milioni di libri.» «Gazzetta di Parma» Conquistato l’impero,…

Le mele di Kafka

Le mele di Kafka

A. Vitali

UN AUTORE DA OLTRE TRE MILIONI E MEZZO DI LETTORI«Il mondo di Vitali? Piacere garantito.»Oggi«Secondo me, Vitali sorpassa…

Nel mio paese è successo un fatto strano

Nel mio paese è successo …

A. Vitali

Le cose normali sono belle: è bello sapere che dopo l’estate viene l’autunno, dopo la domenica viene il lunedì, che si nasce,…

Biglietto, signorina

Biglietto, signorina

A. Vitali

Alla stazione ferroviaria di Varenna, a pochi chilometri da Bellano, c’è trambusto. Il capotreno Ermete Licuti è sceso dal…

Di impossibile non c’è niente

Di impossibile non c’…

A. Vitali

Proprio davanti alla casa del bambino Gelso c’è un bosco meraviglioso, dove i pupazzi di neve resistono per giorni, nascono…

La verità della suora storta

La verità della suora sto…

A. Vitali

Sisto Santo ha la manualità e la fantasia giuste del meccanico di rango. Da ragazzo ha riparato perfino una Peugeot 403 senza…

La leggenda del morto contento

La leggenda del morto cont…

A. Vitali

È il 25 luglio 1843, una mattina d’estate senza una nube e con una luce che ammazza tutti i colori. Due giovani in cerca d’avventura…

Un amore di zitella

Un amore di zitella

A. Vitali

Iole Vergara è la zitella del paese. Lavora come dattilografa presso il comune, abita in un condominio affacciato sul lago e…

Le belle Cece

Le belle Cece

A. Vitali

Maggio 1936. Con la fine della guerra d’Etiopia nasce l’impero fascista. E Fulvio Semola, segretario bellanese del Partito,…

Quattro sberle benedette

Quattro sberle benedette

A. Vitali

In quel fine ottobre del 1929, sferzato dal vento e da una pioggerella fastidiosa e insistente, a Bellano non succede nulla di…

La ruga del cretino

La ruga del cretino

A. Vitali

Un famoso criminologo, una medium, una giovane contadina un po' strana, e un assassino misterioso, come Jack lo squartatore…

Di Ilde ce n’è una sola

Di Ilde ce n’è una …

A. Vitali

In luglio a Bellano fa un caldo della malora. L’aria è densa di umidità e il cielo una cappa di afa. Eppure l’acqua che…

Biglietto, signorina

Biglietto, signorina

A. Vitali

Alla stazione ferroviaria di Varenna, a pochi chilometri da Bellano, c’è trambusto. Il capotreno Ermete Licuti è sceso dal…

Una finestra vistalago

Una finestra vistalago

A. Vitali

La piccola Bellano diventa il centro del mondo«Hai mai visto il lago di Como?» le chiese. «Non

Il meccanico Landru

Il meccanico Landru

A. Vitali

In un freddo pomeriggio d’inizio gennaio 1930, alla stazione di Bellano scendono sei uomini malvestiti e con la barba lunga.…

Quattro sberle benedette

Quattro sberle benedette

A. Vitali

In quel fine ottobre del 1929, sferzato dal vento e da una pioggerella fastidiosa e insistente, a Bellano non succede nulla di…

Un bel sogno d’amore

Un bel sogno d’amore

A. Vitali

A Bellano gira voce che presso il cinema della Casa del Popolo verrà proiettato Ultimo tango a Parigi. Siamo nel febbraio del…

Il procuratore

Il procuratore

A. Vitali

Il procuratore è il romanzo d’esordio di Andrea Vitali ed è già l’opera di un autore maturo, che sa creare e raccontare…

Regalo di nozze

Regalo di nozze

A. Vitali

«Di fronte a uno che sa raccontare, che ha la felicità del racconto, ti senti grato.» Andrea Camilleri Ercole Correnti…

Dopo lunga e penosa malattia

Dopo lunga e penosa malatt…

A. Vitali

Un mistero nascosto tra le sponde del lagoe solo sette giorni per scoprire la verità Il telefono suonò

Zia Antonia sapeva di menta

Zia Antonia sapeva di menta

A. Vitali

«Aglio, cipolle, rape, ravanelli e porri sono verdure indigeste che non diamo mai agli ospiti della casa!» Suor Speranza ne…

La mamma del sole

La mamma del sole

A. Vitali

La motonave Nibbio, vecchia gloria della Navigazione Lariana, sta effettuando il suo ultimo viaggio. A Bellano sbarca un’anziana…

Il segreto di Ortelia

Il segreto di Ortelia

A. Vitali

Un garzone ambizioso, rivalità di bottega e passioni inconfessabili «Ortelia cresceva, rachitica e spaventata, sotto

La signorina Tecla Manzi

La signorina Tecla Manzi

A. Vitali

Un quadretto rubato, un fratello scomparso, un segreto che coinvolge l’intero paese Siamo negli anni Trenta, all’epoca…

Almeno il cappello

Almeno il cappello

A. Vitali

Ad accogliere i viaggiatori che d'estate sbarcano sul molo di Bellano dal traghetto Savoia c'è solo la scalcagnata fanfara guidata…

Di Ilde ce n’è una sola

Di Ilde ce n’è una …

A. Vitali

In luglio a Bellano fa un caldo della malora. L’aria è densa di umidità e il cielo una cappa di afa. Eppure l’acqua che…

Olive comprese

Olive comprese

A. Vitali

«Andrea Vitali è il medico scrittore che onoro da tempo come uno dei migliori narratori italiani.» Antonio D’Orrico «Apre…

Un bel sogno d’amore

Un bel sogno d’amore

A. Vitali

A Bellano sarà proiettato Ultimo tango a Parigi: si scatenano fantasie erotiche, fuoco di rosari contro il malcostume…

Galeotto fu il collier

Galeotto fu il collier

A. Vitali

CHI SPOSERÀ LIDIO CEREVELLI? La bella e disinibita Helga, che piomba in paese da Zurigo nel giorno più caldo dell'estate? …

A cantare fu il cane

A cantare fu il cane

A. Vitali

Una nottata turbolenta, ladri, fughe, amori, e un bastardino ringhioso e mordace «Un diavolo, no. Un cane

goodreads

Qui potrai visualizzare le recensioni di GoodReads.

DISPONIBILE A MILANO
IN LIBRERIE ADERENTI AL SERVIZIO LIBRICITY

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.

Quali sono i libri che ti emozionano?

Rimani sempre aggiornato
sulle ultime uscite dei tuoi generi preferiti.

Iscriviti alla newsletter personalizzata

(Visited 111 times, 111 visits today)