Sono da sempre una cosa sola Andrea Vitali e Bellano. Personaggi pittoreschi e intrighi locali animano una trama dove i delitti s'intrecciano con le miserie e le invidie quotidiane e la nascente psichiatria finisce per incrociarsi con lo spiritismo.
la Repubblica Clicca e scarica l
Un famoso criminologo, una medium,
una giovane contadina un po' strana,
e un assassino misterioso,
come Jack lo squartatore


La terza figlia di Serpe e Arcadio si chiama Birce, ed è nata storta. Ha una macchia sulla guancia sinistra e ogni tanto si perde via e dice e fa cose strane. Chi la vuole una così? Chi la prende anche solo come servetta di casa? È l’agosto del 1893 e per i due coniugi, lavoranti presso il rettorato del santuario di Lezzeno, poco sopra Bellano, è arrivata l’occasione giusta. Perché una devota, Giuditta Carvasana, venuta ad abitare da poco a villa Alba, è intenzionata a fare del bene, per esempio aiutare una giovane senza futuro. Per Birce non sarebbe cosa da poco, perché la vita non pare riservarle un destino felice. Come a quella povera fioraia di Torino massacrata per strada. Che, a dire il vero, in quell’estate lontana, non è la prima vittima. I corpi sono a disposizione della sala anatomica dell’università torinese, dove il dottor Ottolenghi, assistente del noto alienista Cesare Lombroso, li analizza con cura, convinto che dalla medicina possa venire un aiuto alle indagini. Oltretutto, dalle tasche delle sventurate salta fuori un biglietto con incomprensibili segni matematici. Indicano un collegamento tra quelle morti? E nel mirino dell’omicida può essere finito lo stesso Lombroso, che già aveva ricevuto un analogo foglietto insidiosamente anonimo? Trovare la soluzione non è cosa per cui possa bastare il rigore della scienza. Forse, fantastica il Lombroso, lo spiritismo potrebbe dare un contributo. Per quanto a praticarlo siano persone fuori dall’ordinario. Un po’ come la Birce con quella sua macchia, che ogni tanto si perde via e dice e fa cose strane…
Nella Ruga del cretino, il mondo di Andrea Vitali, esilarante e pittoresco, si colora con le tinte del giallo, portando le lancette del tempo all’epoca degli albori della psichiatria e della nascente criminologia moderna. Una prova letteraria che alla felicità narrativa unisce un desiderio di esplorazione che avvince il lettore.
Titolo
La ruga del cretino
ISBN
9788811688785
Autore
Collana
Casa Editrice
GARZANTI
Dettagli
368 pagine, Cartonato
Prezzo di questa edizione cartacea

Citazioni più amate

««Solo un cretino può sostenere che la follia si presenti alla porta della vostra casa per chiedere il permesso di entrare o accettare di uscirne senza lasciar tracce di sé!»»

La ruga del cretino

La ruga del cretino

La ruga del cretino

Un famoso criminologo, una medium, una giovane contadina un po' strana, e un assassino misterioso, come Jack lo squartatore…

recensioni

  • Da

    Non è una recensione ma ho deciso di comprare l'ultimo libro di Andre a Vitale _ la ruga del cretino_

goodreads

Qui potrai visualizzare le recensioni di GoodReads.

DISPONIBILE A MILANO
IN LIBRERIE ADERENTI AL SERVIZIO LIBRICITY

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.