"Chiara Gamberale spiega l’automatismo per cui molti passano puntualmente dall’esultanza per aver trovato la presunta metà della mela alla delusione per essersi sbagliati."
Donna Moderna
"Una favola leggera, che interseca i significati profondi dell’amore, dell’amicizia, del dolore, degli intrighi che fanno dell’esistenza uno spazio terremotato."
Famiglia Cristiana
"I toni sono lievi e surreali, le parole viaggiano in coppia con le illustrazioni di Tuono pettinato, e i concetti sono tosti. Il lieto fine c’è ed è filosoficamente immenso."
Marie Claire
"La Principessa Qualcosa di Troppo crescerà attraversando il dolore e scoprendo che l’amore, a volte, è questione di Niente."
Vanity Fair
"Una favola da leggere a diverse età"
L’Espresso
"Un romanzo che è anche una fiaba. E che "suona" come una canzone."
il venerdì di Repubblica
"Poetico, vero, non retorico, cristallino. Da leggere."
Convenzionali
"Il romanzo di Chiara Gamberale è una favola per adulti dagli echi calviniani."
Corriere Adriatico
"Chiara Gamberale indaga sul dolore, sulla ricerca dell'amore che sconfina nell'ossessione e ironizza sui social network."
il Fatto Quotidiano
"Chiara Gamberale, sulla scia della grande tradizione dei Calvino e dei Rodari e senza tradire la sua storia letteraria, costruisce fiabescamente una lettura lucida ed efficacissima dell’oggi"
Il Messaggero
"Chiara Gamberale ha messo nel suo nuovo romanzo l’intero mondo delle nostre ossessioni, del tormento e delle corse affannate nelle mani di una ragazzina di tredici anni con gli occhi gialli e spalancati che cerca di imparare a vivere."
Il Foglio
"Qualcosa di Troppo, più che il nome della principessa del nuovo libro di Chiara Gamberale, è un ruggito a un mondo che viaggia con il pilota automatico. […] Una fiaba quella di Chiara Gamberale? No, Qualcosa di più."
Corriere della Sera
La Principessa Qualcosa di Troppo, fin dalla nascita, rivela di possedere una meravigliosa ma pericolosa caratteristica: non ha limiti, è esagerata in tutto quello che fa. Si muove troppo, piange troppo, ride troppo e, soprattutto, vuole troppo. Ma quando, per la prima volta, un vero dolore la sorprende, la Principessa si ritrova «un buco al posto del cuore». Com’è possibile che proprio lei, abituata a emozioni tanto forti, improvvisamente non ne provi più nessuna? Smarrita, Qualcosa di Troppo prende a vagare per il regno e incontra così il Cavalier Niente che vive da solo in cima a una collina e passa tutto il giorno a «non-fare qualcosa di importante». Grazie a lui, anche la Principessa scopre il valore del «non-fare», del silenzio, perfino della noia: tutto quello da cui è abituata a fuggire. Tanto che, presto, Qualcosa di Troppo si ribella. E si tuffa in Smorfialibro, il nuovo modo di comunicare per cui tutti nel regno sembrano essere impazziti, s’innamora di un Principe sempre allegro, di un Conte sempre triste, di un Duca sempre indignato e, pur di non fermarsi e di non sentire l’insopportabile «nostalgia di Niente» che la perseguita, vive tante, troppe avventure… Fino ad arrivare in un misterioso luogo color pistacchio e capire perché «è il puro fatto di stare al mondo la vera avventura». Chiara Gamberale, abituata a dare voce alla nostra complessità, questa volta si concentra sul rischio che corriamo a volere riempire ossessivamente le nostre vite, anziché fare i conti con chi siamo e che cosa vogliamo.Grazie a un tono sognante e divertito, e al tocco surreale delle illustrazioni di Tuono Pettinato, Qualcosa ci aiuta così a difenderci dal Troppo. Ma, soprattutto, ci invita a fare pace col Niente.
Titolo
Qualcosa
ISBN
9788830447677
Autore
Collana
Casa Editrice
LONGANESI
Dettagli
180 pagine, Cartonato
Prezzo di questa edizione cartacea

  • Eventi

  • Per incontrare Chiara Gamberale

Citazioni più amate

«Il Cavaliere allora rise, ma non come faceva di solito. Rise a mezza bocca, rise triste. E disse:"Principessina, nell'esatto momento in cui ci sentiamo migliori degli altri, diventiamo uguali a loro".»

C. Gamberale

Qualcosa

Qualcosa

Qualcosa

C. Gamberale

La Principessa Qualcosa di Troppo, fin dalla nascita, rivela di possedere una meravigliosa ma pericolosa caratteristica: non ha…

recensioni

  • Da Lalotti

    Ma non paragoniamolo neanche lontanamente al Piccolo Principe. Non c'è la stessa profondità né la stessa grazia e poesia nel testo e neppure nei disegni. Mi sembra a tratti forzato o scontato. La Gamberale sa fare di meglio.

goodreads

Qui potrai visualizzare le recensioni di GoodReads.

DISPONIBILE A MILANO
IN LIBRERIE ADERENTI AL SERVIZIO LIBRICITY

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.

Quali sono i libri che ti emozionano?

Rimani sempre aggiornato
sulle ultime uscite dei tuoi generi preferiti.

Iscriviti alla newsletter personalizzata

(Visited 1 times, 1 visits today)