il libro

Il pittore di ventagli

"È in fondo alla contrada di Atōra, sull’isola di Honshu, in Giappone, che Matabei Reien si ritira per scappare ai furori del mondo contemporaneo. In questo luogo sperduto tra montagne e Pacifico, si nasconde la tranquilla pensione di donna Hison, e poco distante un giardino fuori dal tempo. Poco a poco, Matabei si lega al vecchio giardiniere, il maestro Osaki, e scopre in lui uno straordinario pittore di ventagli, diventando suo allievo. Fantastico labirinto dalle prospettive ingannevoli, il giardino del maestro Osaki è anche cornice di ferite e passioni, ben lontane dalla via dello Zen, e che verranno violentemente spazzate via dalla furia del recente tsunami. Cosa resterà di Matabei e dei suoi preziosi ventagli? Colmo di atmosfere rarefatte, sospeso tra presente e passato, Il pittore di ventagli regala passaggi di poesia pura, delicate pennellate che restituiscono l’animo umano in tutte le sue sfumature. Vincitore di due prestigiosi premi letterari in Francia nel 2013, Hubert Haddad ci regala con questo libro una toccante e indimenticabile storia di iniziazione, di grande eleganza e dominio stilistico."
Titolo
Il pittore di ventagli
ISBN
9788868331658
Autore
Collana
Casa Editrice
PONTE ALLE GRAZIE
Dettagli
160 pagine, Brossura
Prezzo di questa edizione cartacea
Promo in libreria

Citazioni più amate

Non è stata inserita nessuna citazione tratta da questo libro.
Una ciotola piena di pioggia

Una ciotola piena di piogg…

H. Haddad

L’andare a piedi porta in paradiso. Così si apre Una ciotola piena di pioggia, racconto intenso e onirico di una ricerca, quella…

Il pittore di ventagli

Il pittore di ventagli

H. Haddad

"È in fondo alla contrada di Atōra, sull’isola di Honshu, in Giappone, che Matabei Reien si ritira per scappare ai furori…

recensioni

  • Matabei Reien, giapponese solo per origini materne e cresciuto in uno orfanotrofio dopo aver perso entrambi i genitori nei bombardamenti subiti dal Giappone durante la seconda guerra sino-giapponese del 1937-1945, fu da sempre un uomo solitario. Dopo aver viaggiato a lungo, decise di stabilirsi nella ben nascosta pensione della Signora Hison, nella contrada di Atòra, sull’isola giapponese di Honshu tra una rigogliosa vegetazione e un limpido mare. Qui avrà l’opportunità di stringere un profondo rapporto con il giardiniere Osaki, che si scoprirà essere in realtà uno straordinario pittore di ventagli e di cui molto presto Matabei diventerà allievo. Una vita raccontata attraverso gli enigmatici dipinti nei quali Xi Hi-han, personaggio principale del romanzo, ritrova l’incredibile senso di vitalità e forza espressa dal maestro Matabei, incontrato proprio in quel luogo nel quale entrambi riuscirono a ritrovare l’armonia persa a causa di un tragico evento; soprattutto lo sfortunato Xu che, protagonista di un disastroso incidente avvenuto pochi giorni prima del terremoto del 1955, non riuscì a perdonarsi la morte, da lui causata, di una giovane studentessa Durante il periodo di permanenza nella pensione, Xu riuscirà a ritrovare la voglia di vivere grazie a un clandestino rapporto con la Signora Hison, proprietaria dello stabile, e al profondo legame che si creerà tra lui e Matabei; almeno fino a un violento litigio che li separerà, portando Xu a trasferirsi a Tokyo. Tuttavia, con il passare del tempo il senso di rimpianto e angoscia si farà troppo forte e Xu Hi-han deciderà di andare a ritrovare quei luoghi in cui aveva riscoperto la voglia di vivere. Matabei è là, vecchio e malandato, ma ancora vivo, almeno per quell’ultimo giorno durante il quale Xu sarà costretto ad assisterlo e ad ammirare quei pochi ventagli, attaccati al muro con un paio di puntine, giungendo poco alla volta a comprendere che sarebbe stato lui l’erede dello sconosciuto artista. «Non scorderò mai le ultime parole di Matabei: "Senti il vento che soffia. Si può passare la vita ad ascoltarlo ignorando tutto dei moti dell’aria. La mia storia è stata come il vento, più o meno incomprensibile tanto agli altri quanto a me stesso”...» Ne Il pittore di ventagli di Hubert Haddad(Ponte alle Grazie, 2014) si ritrovano tre generazioni a confronto e un’importante eredità da accogliere, raccontata attraverso gli occhi dello stesso Matabei e del fedele Xu Hi-han.

goodreads

Qui potrai visualizzare le recensioni di GoodReads.

DISPONIBILE A MILANO
IN LIBRERIE ADERENTI AL SERVIZIO LIBRICITY

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.