I luoghi di Jane Austen: dalle case in cui ha vissuto, passando per le cittadine e la campagna di cui ha scritto, fino a Winchester dove è sepolta - Il reportage de ilLibraio.it e le immagini

Il 18 luglio 2017 si celebrano i duecento anni dalla morte della scrittrice inglese Jane Austen. Nonostante i suoi romanzi siano amati da moltissimi lettori in giro per il mondo per l’universalità dei temi affrontati, la vita di Jane Austen, oltre che relativamente breve, si è anche svolta in uno spazio limitato, l’Hampshire.

Regione rurale, dalle campagne sterminate, soprattutto all’epoca di Jane Austen, e costellata da villaggi con chiese di pietra e casette di mattoni rossi, l’Hampshire è anche lo scenario in cui si svolgono i romanzi dell’autrice. Per chi volesse visitare la regione natia di Jane Austen oggi, basta prendere un treno da Londra alla volta del Sud Est inglese.

L’autrice è nata nel villaggio di Steventon, nei pressi di Basingstoke, dove il padre era reverendo della chiesa anglicana. La famiglia Austen viveva in una casa con sette camere da letto, circondata da campi in cui la famiglia coltivava fragole, patate e altre verdure e da un boschetto di querce e faggi. Durante l’adolescenza e la giovinezza l’autrice era solita fre shopping e prendere parte a feste nelle vicine cittadine di Andover, Alton, Arlesford e Basingstoke.

La casa di Steventon

A venticinque anni, nel 1800, Jane Austen si trasferisce con tutta la famiglia nella città termale di Bath, già celebre in epoca romana. Oggi la città celebra la famosa autrice con un museo istituito nella casa in cui gli Austen trascorsero i cinque anni a Bath e un monumento floreale nel parco della città.

In numerosi romanzi dell’autrice i personaggi trascorrono le vacanze a Bath, “cittadina in cui è impossibile annoiarsi”.

Nel 1806, in seguito alla morte del padre, la famiglia si trasferisce a Southampton, città portuale in cui l’autrice era solita passeggiare lungo le rive del fiume Itchen e prendere parte a feste e ricevimenti al Dolphin Hotel. Nello stesso periodo Jane Austen trascorre le vacanze nella città balneare di Portsmouth e fa visita ai parenti nella New Forest, zona di campagne abitate da branchi di pony selvatici.

La dimora di Chawton

Dal 1809 fino a pochi mesi prima della sua morte, Jane Austen e la famiglia hanno vissuto a Chawton, un villaggio nei pressi di Alton, nella casa che ora è un museo aperto a tutti gli appassionati della scrittrice. Nella dimora di Chawton Jane Austen ha scritto Emma, Persuasione e Mansfield Park, oltre alla versione finale di Orgoglio e Pregiudizio.

Nel 1917, ormai malata, si trasferisce nella cittadina di Winchester con la sorella Cassandra per essere più vicina al suo medico curante. Le due vivono al numero 8 di College Street, a pochi passi dal college della città e dalla Cattedrale, dove l’autrice è sepolta.

Il numero 8 di College Street
La cattedrale di Winchester

Oggi la casa in cui è deceduta Jane Austen è una dimora privata, ma Winchester celebra i duecento anni dalla scomparsa della scrittrice con mostre ed eventi, oltre che con una panchina commemorativa posta nel parco della Cattedrale.

 

(Visited 1.285 times, 1.286 visits today)

Commenti