Il Libraio

Quanto è utile partecipare a un gruppo di lettura?

di Rocco Gerace

Anche in Italia si diffondono i gruppi di lettura: nelle librerie, nelle biblioteche, e non mancano i bookclub online. Ecco alcuni motivi per cui è utile e stimolante entrare a far parte di questi "club"


Cos’è un gruppo di lettura? Un insieme di persone che decide di leggere un libro o privatamente o in comune, per poi discuterne e confrontarsi sui temi trattati dall’autore, spesso all’interno di una libreria o di una biblioteca.
Una sorta di “cineforum letterario”: amici che frequentano una stessa biblioteca, frequentatori di caffè letterari, fan di uno scrittore che si incontrano online, concordano un libro da leggere e dopo averlo letto nel corso di alcuni incontri, o aver stabilito un lasso di tempo in cui leggerlo, danno vita a dibattiti letterari virtuali o di persona.

Quanto è utile partecipare a un gruppo di lettura? Cercheremo di farvi capire perché è importante partecipare a un gruppo di lettura in 3 semplici punti, cercando di convincere (senza la pretesa di riuscirci) anche chi pensa che la lettura sia un’attività solitaria e intima.

1) Stimola la lettura (anche di storie che all’apparenza non interessano)

Quando si entra a far parte di un gruppo di lettura si decide di rispettare le regole vigenti, qualsiasi esse siano: se il libro da leggere viene proposto a turno da ciascuno dei partecipanti, e uno degli autori proposti non è tra i propri beniamini, si deve leggerlo lo stesso.  Questo modus operandi stimola la lettura anche di storie che all’apparenza non interessano: il fattore positivo è rappresentato dal fatto che ci si può appassionare a un autore che inizialmente non attrae, oppure lo si può criticare consapevolmente nel dibattito una volta terminato di leggere il libro. Inoltre, si ha la possibilità di fare nuove scoperte letterarie.

2) Favorisce la socializzazione

Il gruppo di lettura è un buon modo per socializzare e rompere la timidezza: se si partecipa a un gruppo di lettura ci si vuole mettere in gioco, si vuole esprimere il proprio parere su un autore e ribattere alle opinioni degli altri dopo averle ascoltate. La lettura, in questo caso, aiuta a socializzare e a rafforzare il proprio carattere nelle relazioni interpersonali. Fare parte di un gruppo di lettura è come essere parte di una famiglia letteraria che si è scelta, ci si sente legati, amici e nascono sentimenti profondi.

3) Permette di leggere un libro con gli occhi degli altri

Quando ci si confronta dopo aver letto un libro, si hanno opinioni diverse, a volte anche divergenti: partecipare a un gruppo di lettura permette di leggere un libro con gli occhi degli altri perché i componenti del gruppo possono sottolineare cose che uno non ha notato, dare interpretazioni diverse di simbologie o comportamenti dei personaggi, o anche avere opinioni o pareri non affini ai propri.

Partecipare a un gruppo di lettura può sicuramente essere un’esperienza edificante, l’importante è mettersi nell’ottica di comunità, rispettare le regole, e ascoltare i pareri di tutti, replicando civilmente e all’insegna di un rapporto letterario e umano costruttivo.

 

 

 

 

(Visited 723 times, 333 visits today)