Pasolini scrisse la sua prima poesia a 7 anni e non smise più. Una raccolta fa riscoprire la passione per i versi di uno degli intellettuali più discussi del nostro '900

«La poesia non è merce perché
non è consumabile. Non è prodotta
‘in serie’: non è dunque un prodotto.
E un lettore di poesia può leggere
anche un milione di volte una poesia:
non la consumerà mai».

Sono versi di Pier Paolo Pasolini, l’autore di Ragazzi di vita, il regista del Vangelo secondo Matteo, la voce anticonformista degli Scritti corsari. Pasolini era tutto questo e molto altro ancora. Un intellettuale a tutto tondo, forse l’ultimo grande artista ‘rinascimentale’: poeta, scrittore, regista, sceneggiatore, editorialista e drammaturgo, ma anche un uomo mite e gentile che sopravvive nel ricordo di molti per la sua genuinità.

Pasolini scrisse la sua prima poesia all’età di sette anni e non smise più, non durante la Seconda guerra mondiale, né nei suoi primi difficili anni a Roma, né dopo, quando cinema e scrittura lo portarono alla notorietà.

Nel volume Carne e cielo (prefazione di Valerio Magrelli), Salani ha selezionato una serie di poesie sui temi dell’amore e dell’impegno civile.

Pasolini

La raccolta Carne e cielo

IL RINNOVO GRAFICO DELLA COLLANA – In occasione dell’uscita della raccolta di Pasolini, la collana di poesia per giovani di Salani rinnova la sua grafica, utilizzando il tratto particolare e di immediato impatto dell’illustratrice Olimpia Zagnoli. In contemporanea alle poesie di Pasolini, escono in libreria due capisaldi della collana: Questo amore di Jacques Prévert e Shakespeare in amore. “Nata nel 1998, questa serie ha l’intento di far scoprire la poesia ai ragazzi, con una selezione al mondo dei poeti più noti attraverso i temi dell’amore, intenso nel senso più ampio. Tra gli autori García Lorca, Prévert, Neruda, Alda Merini, Dante, Shakespeare, Baudelaire e antologie di poeti classici, romantici e contemporanei, alcune di esse curate da Roberto Mussapi. La collana ha ricevuto nel 2007 il premio Fontelibro”.

Salani

Salani

LEGGI ANCHE:

La caduta dell’America. Nelle poesie di Allen Ginsberg

Per Bertolt Brecht la poesia è uno strumento di lotta politica

(Visited 275 times, 124 visits today)

Commenti