Dopo "Questa volta tocca a te", ecco "Nessuno escluso", il secondo thriller di M.J. Arlidge, noto produttore tv specializzato in crime serial... - Su ilLibraio.it un estratto

M.J. Arlidge lavora in televisione da quindici anni e si è specializzato nella produzione di serie. Ha iniziato alla BBC e ha poi trascorso sette anni alla Ecosse  Films. In seguito ha creato una sua società di produzione specializzata in crime serial, e negli ultimi cinque anni ha prodotto, tra gli altri, Torn, The Little House,  e Undeniable. Il suo primo romanzo, Questa volta tocca a te, è diventato un caso editoriale internazionale. E ora esce in Italia il secondo thriller,  sempre per Corbaccio.

In Nessuno escluso di Arlidge ritrovano l’ispettrice Helen Grace. Siamo a Southampton, quasi un anno dopo i tragici avvenimenti di Questa volta tocca a te.  Il cadavere di un uomo viene ritrovato in una casa disabitata. Il cuore è stato strappato e spedito alla moglie e ai figli. Lui è la prima vittima e l’ispettore di  polizia sa bene che non sarà l’ultima. Ma come mai un uomo felicemente sposato viene ritrovato così lontano da casa sua nel cuore della notte? I media parlano di uno Jack lo Squartatore al contrario: un serial killer che dà la caccia a uomini di famiglia con una doppia vita…

CorbaccioSCOPRI DI PIU’ SUL LIBRO

Su ilLibraio.it un estratto dal romanzo
(per gentile concessione di Corbaccio)

La nebbia si alzò dal mare, soffocando la città. Avanzò come un esercito invasore, annullando i punti di riferimento, cancellando il bagliore della luna, rendendo Southampton aliena e inquietante. La zona industriale di Empress Road era più silenziosa di una tomba. Le carrozzerie avevano chiuso a fine giornata, i meccanici e i commessi dei supermercati erano spariti e le prostitute costituivano ormai una presenza tangibile. Vestite in minigonna e top, tiravano profonde boccate di sigaretta, cercando di scaldarsi e combattere il freddo che penetrava fin nelle ossa. Camminavano su e giù, impegnate a vendere la loro merce, anche se nell’oscurità assomigliavano più a visioni scheletriche che a oggetti del desiderio. L’uomo scrutò dall’auto la fila di tossiche mezze nude. Le passò in rassegna, riconoscendone ogni tanto qualcuna con un sussulto, e poi decise di lasciar perdere. Non voleva loro. Quella notte aveva bisogno di qualcosa di speciale.
Era combattuto tra paura, speranza e senso di frustrazione. Da giorni non pensava ad altro. Era così vicino al traguardo, ma se fosse stata tutta una bugia? Una leggenda metropolitana? Colpì con violenza lo sterzo. Lei doveva essere lì.
Nulla. Nulla. Nul… Eccola, da sola, appoggiata contro il muro costellato di graffiti. L’uomo fu colto da un’eccitazione improvvisa. Quella ragazza era davvero diversa. Non stava controllandosi le unghie o fumando o chiacchierando. Era semplicemente in attesa che capitasse qualcosa.
L’uomo si fermò sul ciglio, parcheggiando di fianco a una recinzione metallica lontana da sguardi indiscreti. Doveva stare attento a non lasciare niente al caso. Osservò la strada alla ricerca di segni di vita, ma la nebbia aveva completamente isolato quel tratto. Loro due sembravano gli unici rimasti al mondo.
Si precipitò verso di lei, poi si calmò e rallentò. Meglio non avere fretta: quel momento andava goduto e assaporato. Come gli aveva insegnato l’esperienza, talvolta l’attesa era più piacevole del gesto in sé. Doveva prendersela comoda. Nei giorni seguenti, si sarebbe rigirato in testa quei ricordi con la maggiore accuratezza possibile.
La ragazza era in mezzo a una fila di case abbandonate. Nessuno voleva più abitare nei dintorni e quei buchi erano luridi e semivuoti, trasformati in fumerie di crack e rifugi per senzatetto, disseminati di siringhe sporche e materassi ancora più lerci. Mentre l’uomo si avvicinava dal lato opposto, lei alzò lo sguardo, sbirciandolo attraverso la folta frangia. Si staccò in silenzio dal muro, indicando con un cenno del capo la baracca accanto prima di entrarci. Niente trattative, niente preamboli. Quasi fosse rassegnata al proprio destino. Quasi sapesse già.

(continua in libreria…)

(Visited 1 times, 1 visits today)

Commenti