Tunué, casa editrice di Latina che si occupa di fumetti e libri illustrati per bambini e adulti, ma anche di narrativa italiana (a cui ha dedicato una collana curata da Vanni Santoni), racconta il suo percorso attraverso le parole del direttore editoriale Massimiliano Clemente - L'intervista

Tunué, casa editrice di Latina che si occupa di fumetti e libri illustrati per bambini e adulti, ma anche di narrativa italiana a cui ha dedicato una collana curata da Vanni Santoni, racconta il suo percorso attraverso le parole del direttore editoriale Massimiliano Clemente. E definisce quelli che sono i capisaldi del proprio catalogo: dall’attenzione per il fumetto fino alla dedizione per la ricerca di voci nuove. “Negli ultimi due anni il fumetto, stando ai dati dell’Aie, è uno dei generi letterari che sta crescendo di più e con maggior costanza”, racconta Clemente intervistato da ilLibraio.it: “Una tendenza confermata anche dall’interesse crescente dei grandi gruppi che stanno dedicando collane ad hoc, dedicate ai graphic novel“.

Una tendenza positiva a cui Tunué risponde “facendo crescere costantemente il catalogo e continuando la ricerca di autori, sia già noti sia esordienti“. E prestando particolare attenzione a quelle voci conosciute in altri settori, ma che nella casa editrice di Latina trovano “uno spazio in cui sviluppare progetti collaterali, liberi da vincoli”.

l-albero-rosso

Non a caso con Tunué pubblicano anche alcuni nomi legati al mondo Disney, come Stefano Turconi, Teresa Radice e Giorgio Salati. Autori che nella collana dedicata ai più giovani, Tipitondi, hanno la possibilità di raccontare storie che si allontanano da quelle che sono le necessità delle narrazioni seriali a cui lavorano per altri editori.

Un’attenzione, quella per il mondo del fumetto e dell’illustrazione che non vede limiti d’età: Tunué, infatti, “ha lanciato la prima collana dedicata al graphic novel per ragazzi in Italia”. E si prefigge lo scopo di interessare sia il lettore adulto, sia di “confrontarsi continuamente con il pubblico più giovane selezionando titolo d’impatto e temi anche scottanti”.

la-casa

Tunué, però, non è soltanto fumetti: dal 2014, infatti, la casa editrice si occupa anche di selezionare opere di narrativa italiana. L’idea nasce dal “lavoro editoriale continuo e dall’abolizione dei limiti che potevano imporre di seguire una sola strada, ossia quella dell’illustrazione”. Così, Tunué, “acquisite le capacità necessarie dopo un anno e mezzo di progettazione”, ha lanciato la collana dedicata al romanzo, con quattro titoli all’anno. Opere che nascono da un processo di scouting attento e dalla ricerca di autori “di qualità” con alle spalle piccole esperienze, ma dalla voce unica. E che finora hanno ricevuto riconoscimenti di livello, come la candidatura al Premio Strega dell’esordio di Luciano Funetta, Dalle Rovine.

(Visited 198 times, 200 visits today)

Commenti