Quando si legge, spesso si fanno viaggi di fantasia verso luoghi che altrimenti non conosceremmo mai. Una ragazza americana, invece, ha deciso di prendere un autobus e visitare i posti raccontati in alcuni dei suoi libri preferiti. Da Boston a San Francisco sulle orme di Steinbeck, Kerouac e...

Quando si legge, spesso si fanno viaggi di fantasia verso luoghi che altrimenti non conosceremmo mai. Una ragazza americana, invece, ha deciso di prendere un autobus e visitare i posti raccontati in alcuni dei suoi libri preferiti.

Sadie Trombetta, così si chiama l’intrepida viaggiatrice (non è la ragazza nella foto di questo articolo), ha raccontato a Bustle come e perché ha deciso di fare un grande viaggio per il suo paese, gli Stati Uniti, da Boston a San Francisco.

Viaggiando solo in autobus e passando le notti negli ostelli, la donna è partita da Boston e ben presto ha raggiunto le cascate del Niagara raccontate da Steinbeck, l’autore di Uomini e topi.

Seconda tappa del viaggio è stata la città di Chicago, dove Sal Paradiso, alter ego di Jack Kerouac in Sulla strada, ha trascorso notti brave tra musica jazz e alcol.

Il viaggio è proseguito verso ovest, prima nel Montana di Steinbeck, dove i protagonisti di Uomini e Topi trovano lavoro in una grande fattoria, poi a Seattle per vedere l’oceano Pacifico e a Las Vegas, per visitare i luoghi delle scorribande del giornalista Raoul Duke e dell’avvocato Dr. Gonzo di Paura e delirio a Las Vegas di Hunter S. Thompson.

Infine a San Francisco ha visitato i luoghi in cui hanno vissuto e scritto gli autori della Beat Generation e la Six Gallery, dove Allen Ginsberg lesse per la prima volta la sua poesia Urlo.

Il viaggio, però, non si è fermato in California: dopo 72 ore di autobus la giovane donna è tornata sulla costa orientale, a New York. Città celebrata, ma anche spesso odiata dagli autori che hanno guidato il viaggio di Sadie e in cui la giovane si è trasferita dopo la laurea.

 

(Visited 92 times, 34 visits today)

Commenti