Arriva il videogioco ispirato alla celebre opera di James Joyce, tra le più complesse del '900: "Joycestick" ricostruisce i luoghi chiave della Dublino del 1904, in cui si ambienta l'"Ulisse"

Si chiama Joycestick il videogioco ispirato all’Ulisse di James Joyce: il progetto degli studenti del Boston College è un gioco virtuale ispirato a una delle più importanti e complesse opere letterarie del XX secolo.

L’Ulisse, come vi abbiamo già raccontato, tra l’altro, è probabilmente uno dei classici più abbandonati di sempre, uno di quei libri che molti iniziano e non riescono a portare a termine, ma non solo: è anche uno di quei libri che molti fingono di aver letto, rifiutandosi di ammettere che hanno dovuto interrompere la lettura. Non si tratta certo di un romanzo facile, tanto che la stessa Virginia Woolf  ne aveva interrotto la lettura, arenandosi tra i flussi di coscienza che seguono il dipanarsi della giornata di Leopold Bloom nel cuore di Dublino.

Come riporta Bustle, Joycestick trasporta i giocatori nelle vie di una Dublino perduta e dimenticata dal tempo, ricostruendo l’aspetto che la città doveva avere in quel lontano 16 giugno 1904, giorno in cui tutto il romanzo si ambienta.

L’Ulisse, per via della sua struttura, ha un forte rapporto con il tessuto urbano della città, proprio perché segue gli spostamenti del suo personaggio facendo espliciti riferimento a diversi luoghi cittadini, alcuni dei quali hanno subito cambiamenti, sono stati ricostruiti e modificati negli anni; proprio per questo motivo, Joycestick può essere l’ideale per permettere anche ai lettori di entrare in contatto con i luoghi visitati da Leopold Bloom e vederli con i propri occhi, permettendo di entrare a più diretto contatto con i luoghi chiave del romanzo. Magari, potrebbe anche rendere più facile la lettura.

(Visited 368 times, 368 visits today)

Commenti