Il romagnolo Cristiano Cavina, pizzaiolo (a Casola Valsenio) e romanziere, nel suo nuovo libro, "La pizza per autodidatti" (Marcos y Marcos) unisce mondi che sembrano lontani. E ai lettori de IlLibraio.it regala queste ricette speciali che omaggiano Calvino, Fante, Soriano e...

1. La Calvino                                                                          

Questa è facile: pomodoro e mozzarella. Margherita classica. Leggera, semplice e perfetta.

 

2. La Montecristo (pagare con diamanti di un tesoro ritrovato)                                                                     

Una base classica di pomodoro e mozzarella, da cuocere con un pugno di erba cipollina a pezzetti, e, una volta sfornata, guarnire con prosciutto crudo, rucola e pecorino a scaglie.

 

3. La Osvaldo Soriano                                                          

Pomodoro e mozzarella la base, funghi, salsiccia e pancetta tagliata a dadi. Guarnire con una spruzzata di tacchetti e laccetti di scarpe da calcio (scherzo).

 

 4. 50 sfumature di grasso

Per gli amanti dell’estremo: pomodoro e mozzarella con salame dolce infornato, prosciutto cotto, würstel e salsiccia. Fustigarsi abbondantemente dopo cena.

 

Cavina © Alessandro Lanzoni

 Cavina – ©Alessandro Lanzoni

 

 5. Don Camillo

(Pizza da bracconiere, da preparare al volo, ripiegare in un foglio di carta stagnola e portarsi appresso nei boschi). Base di olio, sale e rosmarino, poi crescentina (o squacquerone), prosciutto e rucola.

 

 6. Stephen King

Pomodoro, primo strato di salame piccante e mozzarella, secondo strato di salame piccante e una spolverata di peperoncino in polvere prima di infornare. Poi, aggiungere peperoncino fresco e mettersi a pregare.

 

7. Dr Jekyll & Mr Hyde

Metà pizza con abbondante pomodoro, aglio, acciughe e origano, l’altra metà solo mozzarella di bufala e bresaola.

 

8. La John Fante

(Tanti anni fa ebbi il piacere di mangiare la pizza con il figlio di John Fante, Dan. Andammo in una pizzeria a Torino, che si chiamava Fratelli Bandini, come il personaggio della famosa serie di libri del padre. La pizzeria era tutta arredata con ritratti di Fante, fotografie e copertine dei suoi libri. Alcune pagine dei libri erano stampate sulle piastrelle di ceramica. I nomi delle pizze sul menù erano i nomi dei suoi personaggi. Dan fante entrò, e si mise a piangere. Non pensava che potesse esistere qualcuno che amava a tal punto i lavori di suo padre da dedicargli una pizzeria intera. Fu una serata indimenticabile. Speciale). Pomodoro e mozzarella di bufala, uovo sodo, carciofini e cipolla.

Cristiano Cavina La Pizza Per Autodidatti Marcos y Marcos

Commenti