Dall'indagine Nielsen che sarà presentata a Editech 2015 arriva la conferma: online cambiano le dinamiche di acquisto e cambiano le modalità per scoprire il titolo giusto. E il discorso muta a seconda del formato (cartaceo e ebook). Per convincere un potenziale acquirente-lettore, tra l'altro, non basta più l’articolo su un quotidiano o un settimanale. Né (da sola) la tv, né l’email marketing o tanto meno la pubblicità: oggi i libri si scoprono – e quindi poi si comperano - online prima di tutto grazie ai reading degli autori e alla serialità della narrazione... - I dettagli

Non basta più l’articolo su un quotidiano o un settimanale. Né (da sola) la tv, né l’email marketing o tanto meno la pubblicità. Oggi i libri si scoprono – e quindi poi si comperano – online prima di tutto grazie ai reading degli autori e alla serialità della narrazione. Gli ebook, invece, dopo aver navigato sui siti delle librerie online (in primis), sui siti degli autori ed editori (in seconda battuta) e poi, ancora, grazie a reading degli autori.

Online cambiano le dinamiche di acquisto e cambiano le modalità per scoprire il titolo giusto, quello che poi ci si porterà a casa con un click. Con più di una sorpresa, come emerge dall’indagine di Nielsen “Consumer book buying, in digital and print” che sarà presentata per a Editech 2015, l’appuntamento sull’innovazione tecnologica nel settore dell’editoria libraria, organizzato dall’Associazione Italiana Editori.

L’indagine, come spiega un comunicato, mette in luce per la prima volta le risposte dei lettori e consumatori italiani su come scoprono e acquistano online i libri e gli ebook: lo studio è stato infatti svolto su un campione rappresentativo della popolazione italiana di 2000 individui, di età compresa tra i 18 e i 64 anni.

In questo scenario acquista una nuova rilevanza la funzione del marketing nel digitale, che sarà al centro della due giorni 2015 di Editech, con i “Digital Marketing Day”, in programma a Villa LaTorrossa a Fiesole (Firenze) il 17 e 18 settembre. Un evento concentrato per due giorni, per sapere e trattare a 360 gradi il tema con esperti nazionali e internazionali: si discuterà di nuovi comportamenti digitali dei lettori, regole d’ingaggio per i diversi canali social, strategie di pricing, brand narrability. E ancora, di aspetti legali, contrattuali e di privacy, misurazione dell’audience e analytics.

Il programma della due giorni: i lavori, dopo i saluti introduttivi, saranno aperti il 17 settembre dalla presentazione dell’indagine “Le abitudini di acquisto di carta e digitale dei nuovi lettori” di Andre Breedt, Direttore Nielsen Book Research UK. Seguiranno gli interventi di Andrea Fontana, Managing Director Storyfactory (Brand narrability. L’uso dello storytelling nel marketing contemporaneo), Marco Massarotto, cofondatore DOING (Social media per l’editoria: rassegna di 10 case histories internazionali rappresentative dell’utilizzo dei social media) e Alessandro Maggioni, Manager Simon-Kucher (Strategie di pricing). La prima giornata si concluderà con l’intervento di Paolo Iabichino, Chief Creative Officer del gruppo Ogilvy&Mather Italia. Il giorno successivo i partecipanti si divideranno in gruppi e lavoreranno su tavoli di lavoro su un tema specifico.

L’evento è organizzato da AIE con il supporto di TISP e Housatonic e grazie a Rotomail Italia, Canon, codeMantra, DGLine, Noovle, Promedia, Sony DADC, iParadigms, Lumina Datamatics, Casalini Libri, Nielsen.

Commenti