Il mondo del cinema è in lutto per la morte, a 83 anni, di un grandissimo attore, Gene Wilder, celebre per film cult come "Frankenstein Junior" e "Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato"

Il mondo del cinema è in lutto per la morte, a 83 anni, di un grandissimo attore, comico, regista e sceneggiatore, l’americano Gene Wilder. Originario del Winsconsin, era nato in una famiglia di ebrei russi immigrati, ed era malato di Alzheimer.

Wilder ha collaborato in diversi film con il regista Mel Brooks. Famoso per pellicole cult come Frankenstein Junior e Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato (ispirato al capolavoro di Roald Dahl, uscito nel 1971; Il libro è tornato poi nelle sale nel 2005 grazie al regista Tim Burton, che ha affidato a Johnny Depp il ruolo già ricoperto da Wilder), rimane indimenticabile anche la sua presenza nel film cult a episodi di Wooody Allen Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso….

Nel 1975 ha realizzato il suo primo film da regista, Il fratello più furbo di Sherlock Holmes.

Wilder nel 2005 ha pubblicato un libro autobiografico, Baciami come uno sconosciuto (pubblicato in Italia da Sagoma Editore). Nel 2007 è uscito il suo primo romanzo, La mia puttana francese, ambientato al tempo della Prima guerra mondiale, e nel 2008 è uscito The Woman Who Wouldn’t. 

In rete in queste ore in tanti lo ricordano con commozione.


LEGGI ANCHE – Roald Dahl: si celebrano i 100 anni dalla nascita del grande scrittore per ragazzi

Commenti