Il presidente dell'AIE Ricardo Franco Levi sul destino di Tempo di Libri: "Dopo le ferie si dovrà prendere una decisione. Lo impongono le esigenze organizzative". Intanto, si riorganizza Adei, dove Sandra Ozzola rassegna le dimissioni da presidente - I dettagli

Mentre, intervistato dal Corriere della Sera, il presidente dell’AIE Ricardo Franco Levi conferma i dubbi legati al destino di Tempo di Libri (che “a oggi non è cancellata”) e annuncia che sul futuro della fiera si discuterà a settembre (“dopo le ferie si dovrà prendere una decisione. Lo impongono le esigenze organizzative”), ADEI, l’associazione degli Editori Indipendenti nata nei mesi scorsi (“che rappresenta più di 250 sigle editoriali indipendenti”) anche a sostegno del Salone del libro di Torino (e anche in questo caso non mancano i dubbi sul futuro della storica manifestazione), con un comunicato rende noto che Sandra Ozzola “ha ritenuto, dopo questo primo periodo di lancio di ADEI, per motivi personali, di rassegnare le dimissioni da presidente e il direttivo ha nominato due vicepresidenti che avranno funzione di gerenza in questo periodo: Andrea Palombi (Nutrimenti) e Marco Zapparoli (Marcos y Marcos)”.

Il direttivo, inoltre, ha nominato tesoriera Anita Molino (Il Leone Verde). “Ha altresì deciso, come previsto dallo statuto, e secondo il percorso già stabilito dalla costituzione di ADEI, di convocare per il 28 settembre, presso il Palazzo Ducale di Genova, in occasione della nuova edizione di Book Pride, la prima assemblea per eleggere il nuovo presidente e il nuovo direttivo”.

Da un lato l’Adei ha sottolineato “la necessità, per l’intero settore, di ricercare una sintesi che permetta di elaborare una proposta unitaria di legge quadro sul libro e la lettura e di avviare un rapporto con il nuovo Ministro della Cultura”. Dall’altro ha confermato “il proprio supporto al Salone internazionale del Libro di Torino ribadendo la necessità di assicurare continuità e stabilità alla manifestazione mediante l’individuazione di un soggetto che mantenga la caratteristica propria del Salone, di manifestazione appartenente alla collettività, auspicando che i dipendenti che hanno dedicato il proprio lavoro alla realizzazione del Salone possano continuare ad affiancare l’opera del direttore Nicola Lagioia e del Presidente Bray. ADEI auspica una rapida costituzione di un comitato di indirizzo che riproduca le funzioni di garanzia della cabina di regia di cui ha fatto parte anche nel 2018 e ne auspica l’allargamento ad altri stakeolder rilevanti, in particolare librai e biblioteche”.

Commenti