Articolo

“Quello che non so di lei”: trappola per topoi di Roman Polanski

Tratto dal romanzo di Delphine de Vigan Da una storia vera (Mondadori), sceneggiato a quattro mani con Olivier Assayas, l'ultimo film di Roman Polanski, con la moglie Emnanuelle Seigner per la quinta volta sul set del regista nei panni autobiografici d'invenzione dell'autrice francese, racconta di una scrittrice di…

Articolo

“The Post” di Spielberg: quando il messaggio e l’impegno non bastano

Esercizio retorico nobile di sublime architettura e di grande efficacia, The Post di Steven Spielberg è un film al servizio di un'ottima causa, anzi due. La libertà di parola sancita dal Primo emendamento, principio come non mai attuale e decisamente a rischio nell'era Trump, è qui infatti declinata come potere di…

Articolo

L’acrobata: il teatro sul filo sottile della memoria

“Ogni riferimento a fatti e alle persone che li hanno compiuti è autentico”. Non è soltanto il più vecchio e duraturo degli stratagemmi del coinvolgimento spettatoriale – “tratto da una storia vera” – quello che Laura Forti, scrittrice e regista fiorentina acclamata drammaturga, utilizza per portarci…

Articolo

“Tre manifesti a Ebbing, Missouri”: le fiamme ambigue delle parole

Mildred Hayes, eroina politicamente scorretta ed eticamente al confine, calandosi alla perfezione nei nostri tempi inquieti, incerti e post-Weinsteiniani, è il personaggio femminile arrabbiato e indomabile di una donna che ha perso la figlia, violentata e uccisa, e non si rassegna al quieto inabissarsi del caso nelle…