Da news

Un racconto di Etgar Keret dal secondo numero della rivista letteraria "Freeman’s"

Un racconto di Etgar Keret dal secondo…

“Nel giardino delle scrittrici nude”: il nuovo romanzo di Pallavicini racconta con ironia il mondo letterario

“Nel giardino delle scrittrici nude”: il nuovo…

"Happy Meal Readers": in Italia McDonald’s punta a regalare 3 milioni di libri ai bambini

"Happy Meal Readers": in Italia McDonald’s punta…

Alcuni tra i libri più venduti in giro per il mondo

Alcuni tra i libri più venduti in…

“Dov’è casa mia”: Davide Coltri racconta la speranza di chi ha vissuto guerre civili e terrorismo

“Dov’è casa mia”: Davide Coltri racconta la…

"Ricordi?": quello che resta di una storia d'amore

"Ricordi?": quello che resta di una storia…

"Fuoco al cielo": Viola di Grado racconta l'amore nel luogo più radioattivo del pianeta

"Fuoco al cielo": Viola di Grado racconta…

Ken Follett e Amélie Nothomb su L'audiolibraio: la nuova puntata del podcast

Ken Follett e Amélie Nothomb su L'audiolibraio:…

Orecchini letterari: ecco tanti accessori a tema

Orecchini letterari: ecco tanti accessori a tema

Rachel Cusk: storia di una femminilità in transito

Rachel Cusk: storia di una femminilità in…

Torna il gruppo di lettura per chi ama le passeggiate in montagna

Torna il gruppo di lettura per chi…

La serie per ragazzi di Michela Tilli ambientata nel mondo fantastico di Fantalà

La serie per ragazzi di Michela Tilli…

L'autore

Giovanni Spinosa

Giovanni Spinosa

Giovanni Spinosa ha all’attivo vent’anni di servizio negli uffici giudiziari bolognesi, diciassette dei quali da pm, e un incarico come presidente della sezione penale del Tribunale di Paola (Cosenza), dove ha firmato la prima sentenza con cui una cosca di mafia (clan Muto) è stata condannata al risarcimento del danno in favore dello Stato per la lesione della sovranità statale sul territorio oggetto dell’occupazione mafiosa. Attualmente ricopre l’incarico di presidente del Tribunale di Teramo. In magistratura dall’81, da giudice istruttore prima e da pm dopo, ha diretto le indagini sui sequestri di persona a opera dell’Anonima sarda avvenuti in Emilia Romagna nella seconda metà degli anni Ottanta. Nelle stesse vesti e in stretta collaborazione con lo storico ufficio istruzione del Tribunale di Palermo, ha svolto le prime indagini sulle associazioni mafiose legate ai Corleonesi insediatesi a Bologna e in Romagna a partire dal 1984 (indagine su Salvatore Rizzuto, uomo d’onore legato a Pippo Calò), passando per il clan Rubino (1987-1988), fino all’inchiesta sulle bische che ha coinvolto Giacomo Riina (zio del più noto Totò) e Livio Collina (1990-1994). Si è inoltre occupato di diverse inchieste sulla ’ndrangheta, sulla stidda, sul doping nel ciclismo e sulla revoca della scorta a Marco Biagi, assassinato nel 2002 dalle Brigate rosse. È stato titolare dell’indagine sui crimini della Uno bianca, consumati in Emilia Romagna tra il 1987 e il 1994. Nel 2012, ha pubblicato per Chiarelettere “L’Italia della Uno bianca”.

Citazioni libri autore

Non è stata inserita nessuna citazione tratta da questo libro.
L’Italia della Uno bianca

L’Italia della Uno b…

G. Spinosa

"I DELITTI DELLA UNO BIANCA SONO UNO DEI PRIMI ATTI DELLA STRATEGIA TERRORISTICA E DESTABILIZZANTE CHE LA MAFIA SCATENA CONTRO…

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.