Da news

I migliori podcast del 2018 secondo il "New Yorker"

I migliori podcast del 2018 secondo il…

Netflix è la miglior serie di Netflix

Netflix è la miglior serie di Netflix

Molestie nel mondo del lavoro? Materia da thriller psicologico

Molestie nel mondo del lavoro? Materia da…

Romanticismo al cinema: "Cold war", un amore che appartiene a un altro tempo

Romanticismo al cinema: "Cold war", un amore…

I protagonisti del 36esimo Seminario della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri

I protagonisti del 36esimo Seminario della Scuola…

Per La Lettura è Marías lo scrittore del 2018. Sul podio Giordano e Scurati

Per La Lettura è Marías lo scrittore…

Climate Fiction: genere letterario a metà tra distopia, fantascienza e realismo

Climate Fiction: genere letterario a metà tra…

Al cinema "Il Ritorno di Mary Poppins", ispirato agli altri libri di P. L. Travers

Al cinema "Il Ritorno di Mary Poppins",…

Catania: dopo aver fondato la libreria “Vicolo stretto”, le sorelle  Sciacca rilanciano la storica Prampolini

Catania: dopo aver fondato la libreria “Vicolo…

"The Old Man & the gun", l’ultima interpretazione di Robert Redford tratta dal racconto di David Grann

"The Old Man & the gun", l’ultima…

Le 75 copertine più belle del 2018?

Le 75 copertine più belle del 2018?

L'audiolibraio: Gianrico Carofiglio e Alessandro Milan protagonisti del podcast

L'audiolibraio: Gianrico Carofiglio e Alessandro Milan protagonisti…

L'autore

Florens Christian Rang

Florens Christian Rang

Florens Christian Rang (1864-1924), funzionario statale ma anche pastore, giurista, filosofo e teologo, fu un personaggio singolare e appartato, con i tratti dell’eremita; Benjamin lo definì «il più profondo critico del Germanesimo dopo Nietzsche».
Fu amico di Hugo von Hofmannsthal, di Franz Rosenzweig e di Martin Buber, col quale partecipò, prima della Grande Guerra, al «Forte-Kreis», in cui si riunirono tra gli altri Walter Rathenau, Theodor Däubler, Gustav Landauer. Nel 1920 conobbe a Berlino Walter Benjamin, che rimase poi con lui in stretto contatto e che nel 1921 incluse la Psicologia storica del carnevale nel progetto della rivista «Angelus Novus». Tra gli altri suoi scritti ricordiamo: Goethe’s Selige Sehnsucht (1923), il pamphlet politico Deutsche Bauhütte (1924), e il grande commento ai Sonetti shakespeariani, pubblicato postumo nel 1954, Shakespeare der Christ.

Citazioni libri autore

Non è stata inserita nessuna citazione tratta da questo libro.
Psicologia storica del carnevale

Psicologia storica del car…

F. Rang

«Per andare a scovare l’origine di questa che tra tutte le feste è la più strana, dobbiamo lasciarci…

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.