Per migliaia d’anni le bandiere hanno rappresentato i nostri sogni e le nostre speranze. Le abbiamo sventolate, abbiamo marciato sotto i loro colori, talvolta le abbiamo bruciate, e ancora oggi siamo pronti a morire per esse: storia antica e attualità unite nel nuovo libro di Tim Marshall, "Le 100 bandiere che raccontano il mondo"

Tim Marshall, per trent’anni corrispondente estero di BBC e Sky News, nel corso della sua carriera è stato inviato di guerra in Croazia, Bosnia, Macedonia, Kosovo, Afghanistan, Iraq, Libano, Siria e Israele. I suoi articoli sono apparsi sul Times, il Sunday Times, il Guardian, l’Independent. Marshall, fondatore e direttore del sito di analisi politica internazionale thewhatandthewhy.com, si è fatto apprezzare dai lettori italiani per libri come Le 10 mappe che spiegano il mondo e I muri che dividono il mondo, pubblicati da Garzanti, e ora torna in libreria con Le 100 bandiere che raccontano il mondo (traduzione di Roberto Merlini).

Per migliaia d’anni le bandiere hanno rappresentato i nostri sogni e le nostre speranze. Le abbiamo sventolate, abbiamo marciato sotto i loro colori, talvolta le abbiamo bruciate, e ancora oggi siamo pronti a morire per esse. Hanno rappresentato di volta in volta la politica dei potenti e la forza della folla.

In questo nuovo libro, unendo storia antica e attualità, Marshall svela i segreti di questi straordinari simboli capaci tanto di unirci quanto di dividerci: dal rinnovato nazionalismo cinese ai problemi identitari di Europa e Stati Uniti, fino alla terribile ascesa dell’ISIS, abbiamo bisogno di comprendere i vessilli, vecchi e nuovi, che i popoli in tutto il mondo stanno brandendo. Per capire in che modo un semplice pezzo di stoffa legato a un’asta possa arrivare a significare così tanto.

Commenti