"Ogni desiderio" è il tema della terza edizione di Book Pride Genova, dal 18 al 20 ottobre - Il programma e tutte le novità

Per il terzo anno Book Pride –  Fiera Nazionale dell’editoria indipendente, torna a Genova, a Palazzo Ducale. L’appuntamento con la manifestazione (a ingresso gratuito, e promossa da Adei e organizzata da Odei) è dal 18 al 20 ottobre 2019. Lo scrittore Giorgio Vasta viene affiancato alla direzione generale da Isabella Ferretti.

Quest’anno lo spazio espositivo sarà più ampio rispetto al passato: saranno presenti oltre 100 case editrici, con un’importante partecipazione dell’editoria ligure. Inoltre, si rinnova – come sottolinea la presentazione –  la collaborazione con le librerie indipendenti locali e il coinvolgimento di spazi e realtà culturali genovesi per la sezione Book Pride Off. Confermato anche Book Young, lo spazio dedicato a bambini e ragazzi.

Il tema scelto per il 2019 è “Ogni desiderio“: come si legge nel comunicato, “se il desiderio è il legame che connette chi scrive a chi legge, allora ogni editore è il ponte di corda – mobile, duttile – che mette in relazione lo sguardo di un autore con lo sguardo di quell’altro particolarissimo autore che è il lettore. Ogni editore indipendente fabbrica legami, inventa desideri, dunque avventure”.

L’immagine-simbolo è stata creata dall’artista Nicola Magrin. Il suo lavoro, realizzato ad acquerello, riporta alle molte suggestioni della parola desiderare: una donna, un cielo stellato, un senso di mancanza e insieme di attesa.

IL PROGRAMMA

Professori di desiderio  Sei lezioni d’autore, ognuna focalizzata su uno o più personaggi letterari, maestri a loro volta nell’arte del desiderio: Violetta Bellocchio sul desiderio di Jane Eyre, dal romanzo di Charlotte Brontë; Carlo D’Amicis racconterà il desiderio di Humbert Humbert in Lolita di Vladimir Nabokov; Claudia Durastanti sul desiderio nei personaggi femminili di Joan Didion; Alessandro Robecchi sul desiderio di Franz Biberkopf da Berlin Alexanderplatz di Alfred Döblin; Nadia Terranova racconterà che cosa desidera Gregor Samsa, in La metamorfosi di Franz Kafka; infine Michele Vaccari racconterà il desiderio di evadere da It a Il vagabondo delle stelle passando per Il barone rampante e La luna e i falò.

Stelle polari – Ciclo di conversazioni e interviste in cui i protagonisti raccontano il legame che hanno con l’oggetto del loro desiderio, la loro “stella polare”, in che modo nel corso del tempo si sono confrontati con questa stella polare, smarrendosi e riorientandosi e smarrendosi ancora. Fra gli ospiti: Paolo Cognetti e Vasco Brondi (fondatore del progetto musicale Le Luci della centrale elettrica) con Andrea Gentile sul desiderio di silenzio; Nada che festeggia cinquant’anni di carriera; Concita De Gregorio sul desiderio di raccontare il presente; Diego De Silva in un incontro sul legame tra ironia e malinconia; Francesco Pecoraro e Wolf Bukowski che indagano lo spazio urbano, e la rappresentazione del decoro e degrado; Ascanio Celestini sulle barzellette, nella consapevolezza che ridere ci rivela a noi stessi dicendoci cosa temiamo e quali sono i nostri desideri; Fabio Stassi sul desiderio in dieci grandi poeti italiani del Novecento; Sergio Cofferati, Francesca Coin ed Elly Schlein sul destino sempre incerto della sinistra italiana; Sebastiano Iannizzotto e Valentina Rivetti, curatori di The Game Unplugged, dialogano di contemporaneo e mondo digitale con gli autori Elisa Cuter, Matteo De Giuli e Francesco Guglieri.

In programma, fra gli altri, anche un’esplorazione di Giordano Meacci sul fascino della divagazione, ovvero il desiderio di non arrivare al punto; una conversazione fra Andrea Pomella e Chiara Marchelli sul bisogno di raccontare; un incontro a più voci su un tema oggi centrale come l’Antropocene con Matteo Meschiari, Laura Pugno e Giacomo Sartori; un appuntamento per presentare la prossima edizione del Suq Festival con Marco Aime e Carla Peirolero; un dialogo fra Anna Nadotti, Nadeesha Uyangoda e Durastanti sull’essere “straniera”, sull’esperienza di “non appartenenza” vista non come scandalo ma come condizione naturale; infine un incontro sul rancore, inteso come desiderio profondamente frustrato, contratto e regredito, con Maura Gancitano (Odiare ti costa), Pietro Mensi (Amnesty Task Force Hate Speech) e l’avvocato per i diritti umani Alessandra Ballerini. Il tema del rancore tornerà anche nell’incontro sull’omofobia in Italia (a cura di Rosenberg & Sellier), con Paolo Gusmeroli, Luca Trappolin, Emanuela Abbatecola e Simone Castagno.

Book Pride Genova 2019 racconterà anche il desiderio dei corpi, le nuove grammatica dei sentimenti e delle relazioni, l’invenzione di nuovi desideri con una serata in compagnia dei protagonisti di MakingOfLove, il progetto che ha visto otto giovani tra i 18 e i 25 anni alle prese con la realizzazione di un film che porterà l’educazione sessuale nelle scuole; Pomella indaga il legame fra scrittura autobiografica e pudore; i Sentinelli di Milano raccontano le loro strategie scanzonate e irriverenti per la difesa dei diritti civili (Tlon); Federico Zappino con Comunismo queer. Note per una sovversione dell’eterosessualità (Meltemi) prova a immaginare una rivoluzione queer; la psicoanalista Clotilde Leguil sulle modalità, uniche e inventive, con cui ogni individuo si rapporta alla sessualità e al genere (Rosenberg & Sellier).   

Riviste – In programma un incontro che approfondisce tre esperimenti riusciti di giornalismo culturale con Elisa Cuter (il Tascabile), Marco Agosta (The Passenger), Giulio Calella (Jacobin), Silvia Costantino (Firenze RiVista). E un incontro in collaborazione con effe – Periodico di Altre Narratività che nell’ultimo numero fa il punto sullo stato della nuova narrativa italiana, con Dario De Cristofaro (effe), Francesco Sparacino (Colla) e Martin Hofer (L’inquieto) insieme a Marco Drago e a Matteo Galiazzo (Maltese Narrazioni).

Non avrai altro Dio fuori di me. Distopico, giallo e fantasy nella narrativa contemporanea – Un approfondimento a cura di Premio Calvino sulle aperture della narrativa di genere con Adil Bellafqih, Peppe Fiore, Marco Malvaldi. Modera Mario Marchetti.

Anche quest’anno non mancano focus e approfondimenti sul mondo dell’editoria. In collaborazione con ADEI – Associazione degli editori indipendenti due incontri: Amazon Superstar: libreria, grossista, distributore, con Andrea Di Stefano (economista, direttore di Valori), Tamara Guazzini (Libreria Rinascita, Empoli), un esponente di Amazon, Sergio Polimene e Andrea Palombi; Libre, Libri & Librerie: una fondazione preziosa per un futuro più indipendente, la proposta di ADEI di creare una Fondazione che si dedicherà a incentivare la nascita di nuove librerie e a garantire formazione e assistenza a quelle in difficoltà, con Andrea Di Stefano, Giovanna Barni (presidente Alleanza cooperative comunicazione), Francesca Archinto (editore Babalibri) e Marco Zapparoli.

Il programma completo con tutti gli incontri, i laboratori, le presentazioni a cura con gli editori, le iniziative locali e molto altro sul sito ufficiale della manifestazione.

Commenti