Una città in cui la diversità non è un problema, ma una fonte di pace, comprensione e gioia, un mondo fantastico creato da Mauro Grimaldi e Spartaco Ripa

E se esistesse davvero un luogo, una città, in cui la diversità non è un problema, ma una fonte di pace, comprensione e gioia? Dove le parole non servono perché si parla una lingua fatta di bolle oppure dove non serve essere ricchi, perché tutto viene regalato o scambiato?

Ne La città in fondo al mare, albo illustrato pubblicato da Sonda, questa è la realtà. Un mondo di fantasia che avvicina i giovani lettori al tema della migrazione, al giorno d’oggi al centro delle notizie di cronaca e dell’attualità, e aiuta a parlare con i più piccoli del diritto alla felicità e della scelta di rischiare tutto nella speranza di trovarla.

La città in fondo al mare

Mauro Grimaldi, giornalista sportivo, storico del calcio e autore, che con questo albo esordisce nella letteratura per l’infanzia, e Spartaco Ripa, pittore, illustratore e fumettista creano una città accogliente in mondo al mare, un mondo migliore dove sarebbe un sogno vivere.

Commenti