"Per noi, una piccola casa editrice indipendente in Calabria, è importante decidere di restare nella nostra regione e costruire un'attività in grado di cambiare le cose e creare momenti di cultura in una terra in cui mancano infrastrutture e servizi per la promozione dei libri", racconta a ilLibraio.it Daniela Valente, editrice di Coccole Books. Da tredici anni, insieme al marito Ilario Giuliano, ha deciso di cambiare vita. La coppia ha lasciato il lavoro per dedicarsi ai libri per bambini e ragazzi... - L'intervista

“Per noi, una piccola casa editrice indipendente in Calabria, è importante decidere di restare nella nostra regione e costruire un’attività in grado di cambiare le cose e creare momenti di cultura in una terra in cui mancano infrastrutture e servizi per la promozione dei libri”, racconta a ilLibraio.it Daniela Valente, editrice di Coccole Books.

Coccole Books
Daniela Valente e Ilario Giuliano

Da tredici anni Daniela e il marito Ilario Giuliano hanno deciso di cambiare vita e dedicarsi alla loro grande passione, i libri per bambini e ragazzi. Hanno lasciato il lavoro – quello di avvocato per Valente, ispettore assicurativo il marito – per creare qualcosa di innovativo nella loro regione natia, e da allora la loro “vita è diventata più felice“.

La casa editrice si dedica sia ad albi illustrati per i più piccoli sia a libri dedicati alla fascia 11-14 anni, “lettori molto esigenti, che nelle storie cercano emozioni e vicende vicine al loro quotidiano, ma anche temi come il rispetto, la libertà”. Una collana che, prima di tutto, “vuole rispondere alle richieste dei giovani lettori, oltre a strizzare l’occhio a genitori e insegnanti”, e che vanta titoli come Il sogno di Martin, dedicato a Martin Luther King, e La corsa giusta su Gino Bartali e una sua impresa poco famosa: un viaggio dalla Toscana all’Umbria in cui il ciclista nasconde nel tubo della sua bicicletta i documenti che salveranno molti ebrei. Habiba la magica, invece, si inserisce nella discussione sullo Ius Soli.

Presto in libreria arriverà anche un libro su Muhammad Alì, L’angelo di Alì, che si inserisce nel filone del racconto dei grandi personaggi del passato e delle loro lotte civili e sociali.

Titoli che si soffermano sui diritti, ma che non dimenticano “le esigenze del lettore”. Perché per Coccole Books fare l’editore significa produrre un cambiamento, senza però tralasciare le esigenze dei ragazzi. Obiettivo che Daniela Valente e il marito si prefiggono anche per il futuro, in cui sperano di continuare a “proporre buoni libri, di quelli che si ama realizzare”.

Commenti