Libro "NPM"? O "C"? Ecco il codice che utilizzava Stephanie Dreyfuss per classificare i libri letti con giudizi abbreviati, non sempre positivi...

Quasi tutti i lettori danno opinioni sui libri che leggono: ne parlano con gli amici o in un bookclub, scrivono in un diario, o su siti come Goodreads… Invece, Stephanie Dreyfuss, ha inventato un metodo tutto suo per esprimere le opinioni sulle tante letture fatte: un codice formato da diversi giudizi abbreviati, spesso brutalmente onesti.

Questa la traduzione delle sue abbreviazioni:

LB- Leggibile Banalità
LS- Leggibile Sciocchezza
NPM- Non Per Me
NHF- Non Ho Finito
NHL- Non Ho Letto
LS+1- un tantino meglio rispetto a LS
MLS: Misteriosa Leggibile Sciocchezza
C: Cattura la mia attenzione
MM: Molto Male
NMS: Non il Mio Stile
AN:  Abbastanza Noioso
DNM: Davvero Niente Male
LL: Leggibile
UPT: Una Perdita di Tempo

Questi codici sono stati trovati una settimana dopo la morte della Dreyfuss dalla nuora, l’autrice Lauren Tarshis. La scrittrice ha divulgato su Twitter le foto degli indici contenenti i libri letti dalla Dreyfuss e le rispettive “recensioni”, insieme alla legenda del codice ideato dalla suocera.

“Ho perso mia suocera questa settimana. Aveva 96 anni ed era una delle mie migliori amiche. Un’amante dei libri da sempre, prendeva appunti su tutto quello che leggeva su dei fogli e scriveva la sua opinione riguardo a ciascun libro usando il suo codice. Questa è la legenda del suo codice, chiave per decifrare gli indici che ci ha lasciato”.

tweet

La Tarshis spiega all’intervistatrice di Buzzfeed – che ha riportato la storia – che per la suocera i libri erano stati un vero e proprio rifugio, specialmente in quei momenti in cui la vita l’aveva messa a dura prova. Durante il nazismo, infatti, l’ideatrice del codice era riuscita a scappare dalla Germania, dov’era nata e, prima di poter emigrare negli Stati Uniti, si era trovata costretta a vivere nel ghetto ebreo di Shangai, in Cina, dove aveva lavorato in una libreria. Da qui la sua grande passione per la lettura.

Commenti