Dopo i recenti addii di editor e dirigenti, in molti si sono chiesti come si sarebbe riorganizzata Rizzoli Libri. Ecco la risposta (ufficiale)...

Nei giorni scorsi abbiamo fatto il punto sui piccoli e grandi “movimenti” nell’editoria libraria che, come detto, vive una fase dinamica. In questo contesto, in molti negli ultimi mesi hanno lasciato Rizzoli (e Segrate) per nuovi “lidi”. Guarda caso, ora arriva un comunicato relativo alla “nuova organizzazione di Rizzoli Libri”.

Si parte da una conferma. Rizzoli Libri, che fa parte di Mondadori Libri (alla cui guida c’è Enrico Selva Coddè), continuerà a essere affidata a Turchetta: “La Direzione Rizzoli Trade e Publishing and Rights Development sotto la guida di Massimo Turchetta punta a dare continuità al grande lavoro svolto negli ultimi anni dalle case editrici Rizzoli, Bur e Fabbri Editori ed è il frutto di una precisa scelta manageriale, decisa a premiare il team di professionisti maturati all’interno di Rizzoli Libri, ai quali viene affidata la responsabilità diretta sui settori strategici di propria competenza”.

Una “nuova linea” che – prosegue la nota – “prevede che riportino dunque direttamente a Turchetta i responsabili delle diverse aree in cui sono organizzate Rizzoli, BUR e Fabbri Editori“.

Nei fatti, la nuova struttura editoriale di Rizzoli vedrà “Michele Rossi alla Narrativa italiana e Rossella Biancardi alla Varia, ai quali si aggiunge Manuela Galbiati cui viene affidata la Saggistica. La Narrativa straniera verrà guidata da Stefano Magagnoli, stimato professionista del mondo editoriale”.

Federica Magro, già a capo di BUR, Vintage e del Digital Publishing, assume anche la responsabilità della Narrativa Young Adult di Rizzoli e Fabbri Editori, della Varia Fabbri e di Etas.

A Luisa Colicchio, responsabile della comunicazione, è affidata la gestione dell’ufficio stampa e dell’ufficio eventi.

Commenti