L'ultima novità del sito che promuove l’editoria, la lingua e la cultura italiana nel mondo

Un sito bilingue (una rarità per l’Italia) che promuove l’editoria, la lingua e la cultura italiana nel mondo. Parliamo di BooksinItaly, portale che  si rivolge agli editori – sia italiani sia stranieri – agli agenti letterari, ai traduttori, agli italianisti, agli Istituti italiani di cultura e agli italiani all’estero.

Promosso da Ministero degli affari esteri, Ministeri dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con Associazione italiana editori, con il patrocinio di Expo 2015, e con il sostegno di Regione Lombardia, Comune di Milano e Fondazione Cariplo, BooksinItaly si colloca all’interno di un progetto coordinato da Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori. L’obiettivo è “promuovere la produzione editoriale italiana nel mondo e facilitare il processo di traduzione delle novità editoriali e dei classici“. Non solo: “con l’obiettivo di valorizzare le reti professionali”, il sito mette in relazione i diversi attori della filiera editoriale (editori, agenti letterari e traduttori) in Italia e nel mondo, avvalendosi degli Istituti italiani di cultura come avamposti della promozione della cultura italiana.

Un progetto ambizioso, dunque, che ha da poco messo online il database dei traduttori di libri, realizzato in collaborazione con Ilide Carmignani e Simona Cives, responsabile della Casa delle traduzioni di Roma. Il database “nasce dal desiderio di dare una precisa identità a tutti i traduttori sparsi per il mondo che ogni giorno lavorano per portare i libri italiani nelle mani dei lettori stranieri, e per aiutarli a costruire i loro ponti”.

Quest’area del portale, in costante aggiornamento, contiene rigorosamente solo traduttori editoriali che traducono dall’italiano verso lingue straniere. Al momento i nomi presenti sono circa 170, e aumentano costantemente. Quanto alle lingue protagoniste, per il momento prevalgono quelle dell’Europa occidentale e dell’Europa orientale. A questo link, chi ha i requisiti, ha la possibilità di iscriversi.

 

Commenti