Ecco alcuni consigli per persone sempre di fretta, e che amano la lettura

Sveglia, mail, Facebook, porta i bambini a scuola, prendi la macchina, prendi la metro, prendi il tram, entra in ufficio, leggi le mail, rispondi alle telefonate, pranza in qualche modo, torna in ufficio, vai in palestra…

L’elenco da flusso di coscienza delle cose da fare che caratterizzano le persone che vanno di fretta di quest’epoca potrebbe essere ancora lungo, ma evitiamo di far montare altre ansie oltre a quelle che già ci pressano almeno 5 giorni su 7.

In quest’articolo di Bookriot vengono elaborati alcuni consigli di lettura per “busy people”che hanno una vita impegnata, ma non vogliono rinunciare al piacere di un buon libro.

Qui ve ne proponiamo alcuni, per permettervi di leggere qualche storia accattivante nonostante abbiate la vita impegnatissima…

1) Leggere sui mezzi pubblici

Lo abbiamo già detto più volte: leggere sui mezzi pubblici è la soluzione ideale per i lettori che non hanno un minuto libero nella propria giornata. Serve a ritagliarsi uno spazio per sè, dimenticando per 5 minuti il cellulare. Lo potete fare, dai!, richiamate 5 minuti dopo dando la colpa a uno scrittore dal nome altisonante fingendo che sia un top manager straniero… “Scusa, ero in call con David Foster Wallace…”.

2) Il progresso: l’audiolibro

Ammettetelo: siete tra quelli che hanno sempre le cuffie, rigorosamente con microfono, a portata di mano, o, peggio, di orecchio. Siete sempre pronti a ricevere telefonate in ogni dove. Approfittate dei minuti di pausa tra una chiamata e l’altra per premere play sul lettore multimediale del vostro smartphone e ascoltare un audiolibro, è il giusto compromesso tra lettura e mancanza di tempo libero.

3) Abbandonate un libro se non vi piace

Non sforzatevi. Se un libro non vi travolge, non vi convince, abbandonatelo. Leggete solo quello che vi attira e che vi emoziona: già avete poco tempo per leggere, non sprecatelo con storie che non vale la pena leggere.

4) Leggete in bagno

Sfatiamo il tabù: tutti leggono in bagno. Approfittatene, magari non in ufficio, ma a casa sì. Leggete prima della doccia, mentre lavate i denti, ecc… In bagno si è da soli e si può leggere.

5) Leggete in pausa pranzo

Quante volte pranzate in ufficio davanti al pc, portandovi avanti con il lavoro? Perché invece di lavorare anche in pausa pranzo non leggete un libro? Se non volete usare un libro cartaceo, va bene anche un device mobile che vi faccia sentire a vostro agio con i colleghi che vi osservano mangiare sfogliando un libro: caricate i vostri ebook su reader o tablet e potrete fingere di lavorare anche in pausa pranzo, ma almeno starete leggendo!

Cinque rapidi consigli, da leggere anche sul cellulare per non perdere troppo tempo, ma soprattutto da applicare per non lasciarsi divorare dalla modernità.

Commenti