Esiste una ricetta in grado di suscitare nei bambini l’amore per i libri? Ne parla un saggio, "Leggimi forte", che spiega come "accompagnare" i più piccoli nel grande universo della lettura. Scopri i particolari e 7 consigli (molto provocatori)...

Come nasce un lettore? Esiste una ricetta in grado di suscitare nei bambini l’amore per i libri? Come tutte le pietanze più buone, anche questa ha di base pochi, essenziali ingredienti: disponibilità e pazienza (del genitore), curiosità e attenzione (del piccolo) e tanti libri in dispensa. Ma qualche volta il miscuglio non ha
l’effetto sperato, e quello che si vorrebbe un momento magico di condivisione di storie rischia di diventare una parentesi svogliata e irritante tra le mille attività del giorno e la tappa forzata ma necessaria del sonno. È quello il momento in cui si è più tentati di rinunciare a favore della dieta ipertrofica della televisione; ma vale la pena fermarsi a pensare e, come suggerisce uno degli autori del saggio (che torna in libreria per Salani, in una versione aggiornata, in occasione della Fiera del libro per Ragazzi di BolognaLeggimi forte – Accompagnare i bambini nel grande universo della lettura, fare qualcosa insieme: se ci si annoia, ed è umano, è noia personale, inventata, di certo non propinata da altri.

In questo saggio-riflessione, Rita Valentino Merletti, esperta di letteratura per l’infanzia, e Bruno Tognolini, nome molto noto della letteratura per ragazzi, si alternano per raccontare, spiegare, suggerire come
i libri possano unire profondamente adulti e bambini, creando un rapporto esclusivo di condivisione, curiosità e complicità. La voce dell’adulto che legge ai più piccoli diventa la prima, indimenticabile canzone dell’infanzia; successivamente, quando il bambino è in grado di scegliere e leggere autonomamente, diventa gioco e partecipazione. Ogni capitolo offre un tema, dal ‘come si legge a un bambino’ al ‘come creare l’incanto della lettura’, con un’antologia di testi e un elenco di libri consigliati. Perché far nascere in un figlio l’amore per i libri è il modo migliore per ricominciare a leggere.

Salani

Nel libro ci citano anche questi 7 (provocatori) “consigli” di due esperti americani per allontanare i bambini dall’amore per la lettura. Dunque, ecco cosa NON fare:

• non leggete mai dove i bambini possono vedervi.
• mettete un televisore o un computer in ogni stanza della casa, cucina e camere da letto comprese.
• rimproverate il bambino ogni volta che sbaglia una parola.
• programmate attività extrascolastiche tutti i giorni, così che il bambino non si annoi.
• usate solo lampadine da quaranta watt per le luci di casa.
• non rileggetegli mai lo stesso libro per nessuna ragione.
• proibitegli assolutamente di leggere a letto.

 

LEGGI ANCHE: 

5 motivi per cui leggere ogni giorno fa bene 

Pennac: dopo i celebri “10 diritti del lettore”, 8 nuove riflessioni sulla lettura

La storia del 15enne che ha donato 25mila libri ai coetanei

Commenti