Tra gli inediti di Osamu Tezuka (1928-1989) recentemente pubblicati in Italia, anche “Delitto e castigo”, la rielaborazione per immagini del grande classico di Fëdor Dostoevskij - Viaggio nell'opera del grande fumettista

Grazie alla collaborazione instaurata da Hazard edizioni e J-Pop Manga, etichetta di Edizioni BD, stanno arrivando in Italia sempre più opere inedite del maestro del manga Osamu Tezuka, oltre a numerose ristampe.

Tra gli inediti troviamo anche la sua rielaborazione di un grande classico, Delitto e castigo (J-Pop, con la traduzione di Roberto Pesci), il romanzo scritto da Fëdor Dostoevskij. Un’opera che non rinuncia alla fedeltà al testo dell’autore russo, mescolando però lo stile dell’autore di manga che, da grande appassionato di letteratura, rende possibile, con il suo occhio cinematografico, la lettura per immagini delle malefatte di Raskòl’nikov.

Delitto e castigo Osamu Tezuka

Osamu Tezuka (classe 1928, morto nel 1989) era un autore conosciuto in tutto il mondo per il suo stile di disegno sintetico ed essenziale e per le inquadrature quasi cinematografiche delle sue tavole (il cinema era infatti una sua grande passione, tanto che a un certo punto diventò anche animatore e fondò ben due case di produzione, la Mushi Production e la Tezuka Productions).

Durante gli anni della sua lunga carriera, Tezuka ha creato alcuni tra i manga più letti e pubblicati. Nel 1950, dopo essersi occupato di illustrare storie di fantascienza (per esempio Metropolis, che in Italia arriverà per la prima volta solo nel 2019) dà vita a Kimba. Il leone Bianco, pubblicato in Italia da Hazard edizioni, precursore delle tematiche utilizzate dalla Disney nel film animato Il re leone.

Kimba Il leone bianco Osamu Tezuka

Due anni dopo inizia la creazione di una delle sue opere più famose: Astro boy, la storia di un bambino robot, creato dal dottor Tenma a immagine del figlio, morto in un incidente, che diventa difensore dell’umanità viste le sue capacità di molto superiori rispetto a quelle di un normale essere umano. Il manga di Astro boy ha ispirato film e serie televisive animate e in Italia è stato pubblicato da Planet Manga.

La carriera da fumettista (o mangaka) di Tezuka è proseguita pubblicando opere ambiziose come Black Jack (pubblicato da Hazard edizioni, racconta di un chirurgo che opera senza licenza, ma che ha la capacità di curare malattie ritenute incurabili dagli altri medici) e La storia dei tre Adolf, ambientato durante la seconda guerra mondiale, i cui protagonisti sono tre uomini di nome Adolf (un giovane ebreo, il suo migliore amico, figlio di un gerarca nazista, e il Führer del Reich).

I tre adolf Osamu Tezuka

Tezuka, che amava profondamente il suo lavoro, ha continuato a scrivere e disegnare fino all’ultimo giorno di vita, poi si è spento improvvisamente a causa di un cancro. Lascia così incompiuta la sua opera più grande, alla quale ha lavorato a intermittenza durante tutta la sua vita: La Fenice, un’opera composta da 12 storie (in Italia pubblicata da Hazard edizioni in 16 volumi) che esplora la storia dell’umanità e la vana ricerca dell’immortalità da parte del genere umano, simboleggiata proprio dall’uccello di fuoco che rinasce dalle proprie ceneri.

Commenti