Nel suo nuovo libro, "Le grandi donne del cinema", Marta Perego passa in rassegna le storie di 30 attrici che hanno lasciato (o stanno lasciando) un segno, non solo per i ruoli che hanno interpretato

Che cos’hanno in comune Audrey Hepburn, Ingrid Bergman, Anna Magnani, Emma Watson e Jennifer Lawrence? Sono tutte attrici, certo, ma prima di tutto sono donne che hanno lasciato (o stanno lasciando) un segno, non solo per i ruoli che hanno interpretato, ma anche per la vita che hanno condotto.

La giornalista, conduttrice televisiva ed esperta di cinema Marta Perego (nella foto di Monica Cordiviola, ndr) ha deciso di raccontale nel suo nuovo libro, Le grandi donne del cinema (De Agostini), in cui passa in rassegna le storie di 30 star che hanno incantato il pubblico grazie al loro talento e al loro carattere.

Le grandi donne del cinema

Successo, storie d’amore, dolori segreti, sacrifici nascosti, la forza di non scendere a compromessi, l’impegno civile o umanitario, la determinazione nel tracciare il proprio percorso in un ambiente dominato dagli uomini: l’autrice mette in luce gli snodi più significativi e i retroscena meno noti della loro carriera cinematografica, e soprattutto i momenti in cui si sono esposte e messe in gioco per affermarsi come attrici e come donne.

Tutte, a modo proprio, hanno rivendicato il diritto di essere se stesse, anche con le loro contraddizioni e fragilità, rifiutandosi di essere soltanto icone di bellezza o muti oggetti del desiderio. Le loro scelte sono diventate esemplari, aprendo la strada a nuove idee e modelli di femminilità.

Commenti