"Un racconto può essere tante cose". Novità per 66thand2nd, che inaugura il progetto "bookclub_I racconti" con "L’amore è potere, o almeno gli somiglia molto" del nigeriano A. Igoni Barrett

Novità per 66thand2nd, la casa editrice fondata da Isabella Ferretti e Tomaso Cenci. Dal 14 giugno, con la pubblicazione de L’amore è potere, o almeno gli somiglia molto di A. Igoni Barrett (autore nato a Port Harcourt, in Nigeria, nel 1979), si inaugura il progetto “bookclub_I racconti”, una serie di libri dedicata a una delle sfide più difficile: “saper concentrare l’universo in un pugno di pagine, senza mai perdere il controllo, la messa a fuoco sui personaggi e la capacità di consegnare alla pagina solamente l’essenziale”. Un percorso di lettura interno alla collana bookclub, che si affianca a quelli già intrapresi con Gli scrittori e Le donne.

“Un racconto può essere tante cose, una fiaba d’amore, un’indagine poliziesca, un viaggio d’iniziazione; può parlare di piloti d’idrovolante, di scaltri truffatori, di una bambina cresciuta in un negozio di mobili usati. In poche pagine, può rievocare qualcosa di più grande: un’impressione, una conversazione, una giornata, una vita. Abbiamo sempre avuto bisogno di ascoltare delle storie. Questo è lo spazio in cui continuare a farlo”, si legge nella presentazione.

L’amore è potere, o almeno gli somiglia molto

La seconda uscita, prevista per l’autunno, sarà Simple recipes di Madeleine Thien, di cui Alice Munro, maestra della short-story, ha scritto: “Questo è senza dubbio il debutto di una splendida scrittrice. Sono stupefatta dalla chiarezza e dalla facilità della sua scrittura, e dalla sua purezza emotiva”.

Quanto al progetto grafico, in ogni volume un segnalibro ritagliabile dalla bandella segnalerà le parole chiave di ogni racconto.

Commenti