"Shareable! - L’economia della condivisione" è la prima uscita di una nuova collana, che vede la collaborazione tra Edizioni di Comunità (rilanciata 5 anni fa da Beniamino de' Liguori Carino, nipote di Adriano Olivetti) e cheFare - I particolari

La pubblicazione di Shareable! – Antologia dall’economia della condivisione (in libreria dal 19 ottobre), segna l’avvio alla collaborazione tra Edizioni di Comunità e l’associazione cheFare, realtà che ha mostrato sensibilità, tra le altre cose, proprio nei confronti dei temi dell’economia condivisa e della sostenibilità. Si tratta della prima uscita di una collana che vede protagonista la casa editrice oggi guidata da Beniamino de’ Liguori Carino, che l’ha rilanciata nel 2012 in collaborazione con la Fondazione Adriano Olivetti, e l’associazione milanese che si occupa di innovazione sociale e culturale.

Al momento la collana, il cui progetto grafico è curato da Riccardo Falcinelli, prevede circa 4 uscite l’anno (la seconda sarà Politiche del quotidiano di Ezio Manzini).

edizioni di comunita

Come spiega a ilLibraio.it Beniamino de’ Liguori Carino, classe ’81, nipote di Adriano Olivetti e attuale direttore editoriale della casa editrice fondata nel 1946, per le Edizioni di Comunità “si tratta di un’apertura a temi inequivocabilmente attuali dopo i primi cinque anni di rilancio del progetto e del catalogo storico, in cui ci siamo dedicati alla riscoperta di Olivetti, come autore, ripubblicando tutte le sue opere, come storia culturale, industriale e sociale (attraverso la collana di critica Via Jervis) e come editore e agitatore culturale proprio con Edizioni di Comunità (con la collana DNA)”. Dal 2012 ad oggi, racconta sempre l’editore, i titoli pubblicati sono stati 36, con un buon successo, in particolare per le opere di Olivetti (complessivamente circa 60.000 sono state le copie vendute finora).

Quanto a Shareable!, si tratta di un’antologia di contributi pubblicati sulla piattaforma americana Shareable.net, per la prima volta tradotti in italiano e dedicati alla Sharing Economy. Il dibattito su questo tema non è una semplice riflessione teorica, ma è già parte del nostro quotidiano, come dimostrano le recenti polemiche sollevate da piattaforme come Uber, Airbnb o Blablacar. È davvero questo il futuro dell’economia globale? I contributi di esperti del settore raccolti nell’antologia offrono una prima risposta critica a questo e ad altri dubbi.

 

 

Commenti