Dopo E/O e altri editori, anche Edizioni Lapis dice no alle condizioni contrattuali di Amazon. L'annuncio in occasione dell'inaugurazione di Bologna Children's Book Fair - I dettagli

In occasione dell’inaugurazione di Bologna Children’s Book Fair, arriva l’annuncio di Edizioni Lapis, che “ha scelto di dire no alle nuove politiche commerciali del più grande negozio online del mondo”, Amazon. I libri della casa editrice, dunque, non sono più disponibili sul sito del colosso dell’ecommerce. Lo scorso dicembre, a questo proposito, ha fatto molto parlare la medesima scelta, fatta da E/O, l’editore dei bestseller di Elena Ferrante (qui i dettagli, ndr), ma solo per il mercato italiano.
Spiega in una nota Rosaria Punzi di Lapis: “Negli ultimi anni l’editoria per ragazzi ha avuto un ruolo fondamentale nel sostenere il mercato del libro italiano. Nonostante questo, la grande multinazionale guidata da Jeff Bezos non ha avuto problemi a imporre condizioni commerciali insostenibili per gli editori indipendenti. Per questo Lapis ha scelto di proseguire il suo percorso senza Amazon, come già hanno fatto altri piccoli e medi editori”. E più avanti ha aggiunto: “Potrete trovare i nostri libri nelle librerie tradizionali: quelle specializzate per ragazzi e quelle di varia, quelle indipendenti, quelle di catena e nei negozi online che lavorano con noi in modo costruttivo, portando i nostri titoli anche dove a volte non arrivano, grazie alle loro vetrine digitali”.

Commenti