Torna il Festival LAIV action: dal 22 al 25 maggio e dal 28 al 29 maggio  il Teatro Elfo Puccini di Milano ospita i 74 istituti appartenenti alla rete LAIV, che porteranno in scena quanto appreso durante l'anno scolastico 2017-2018 grazie ai laboratori di arti performative, realizzati in collaborazione con professionisti provenienti dal mondo del teatro e della musica...

Torna il Festival LAIV action: dal 22 al 25 maggio e dal 28 al 29 maggio  il Teatro Elfo Puccini di Milano ospita i 74 istituti appartenenti alla rete LAIV, che porteranno in scena quanto appreso durante l’anno scolastico 2017-2018 grazie ai laboratori di arti performative, realizzati in collaborazione con professionisti provenienti dal mondo del teatro e della musica.

Nell’XI edizione del Festival saranno 4000, tra docenti, operatori e studenti, le persone che parteciperanno come attori e spettatori alle performance. Tutte le scuole si esibiranno portando in scena 44 performance di teatro, 9 di musica e 21 di teatro musicale: dalla rivisitazione dei grandi classici alla proposta di spettacoli originali, frutto di un lavoro drammaturgico partecipato su tematiche attuali, come il bullismo, il cyberbullismo, le nuove tecnologie, ma anche le emozioni, l’amore e la scoperta della propria identità. A completare le giornate del Festival gli appuntamenti pensati per proporre nuovi stimoli e interazioni tra i giovani protagonisti.

Per la prima volta – come sottolinea il comunicato di presentazione – gli studenti di LAIV action diventeranno attori all’interno di un’opera d’arte: con il laboratorio “Trasposizione tra Milano e tre città invisibili: una città aumentata tra letteratura, arti performative e creatività digitale”, i ragazzi animeranno in realtà aumentata alcune opere pittoriche create da Nicolas Schiraldi. L’attività unisce ideazione, scrittura, recitazione, ripresa e porterà i partecipanti, proprio come degli “attori dell’impossibile”, a entrare nelle scene utopiche rappresentate da Nicolas. Laboratorio dopo laboratorio, da uno spazio vuoto si creerà una folla di persone che riempirà le strade e le piazze, prima vuote: personaggi creativi in grado di trasformare Milano in una scena teatrale vivente. Il workshop è proposto da Bepart e TwLetteratura.

Novità di LAIV action 2018, la collaborazione con il progetto “Acrobazie Critiche. Percorsi di critica teatrale per le nuove generazioni”, promosso da Stratagemmi – Prospettive Teatrali e Segni d’infanzia, e sostenuto da Fondazione Cariplo e Comune di Milano. Giunto alla sua quinta edizione, il progetto promuove l’attivazione di relazioni “acrobatiche” fra i giovani e il teatro attraverso l’uso della critica teatrale.

LAIV è sostenuto da Fondazione Cariplo, principale ente filantropico in Italia con oltre 1000 progetti realizzati ogni anno. Il Progetto LAIV – Laboratorio delle Arti Interpretative dal Vivo – promuove la pratica delle arti performative nelle scuole secondarie di secondo grado della Lombardia e delle province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola. Dal suo avvio nel 2006  ha coinvolto circa 15000 studenti appartenenti a 240 istituti scolastici nella realizzazione di laboratori di musica, teatro e teatro musicale. Quest’anno si rinnova e diventa LAIVin, una proposta rinnovata che mette in sinergia due progetti decennali promossi da Fondazione Cariplo: LAIV e Etre, al fine di dare continuità alle esperienze laboratoriali sviluppate in questi anni dalle scuole. Dal 16 maggio al 29 giugno 2018 è aperto il nuovo bando LAIVin, che sostiene i laboratori nelle scuole per la prossima biennalità.

 

Commenti