Dal Festivaletteratura che si è appena chiuso a Mantova arriva una buona notizia per il mondo del libro: crescono, infatti, le presenze rispetto al 2013: sono 66.000 i biglietti staccati quest’anno, e 53.000 i partecipanti agli eventi gratuiti. Tremila il numero dei soci filofestival, e oltre 700 i ragazzi volontari. Spiegano gli organizzatori nel comunicato […]

Dal Festivaletteratura che si è appena chiuso a Mantova arriva una buona notizia per il mondo del libro: crescono, infatti, le presenze rispetto al 2013: sono 66.000 i biglietti staccati quest’anno, e 53.000 i partecipanti agli eventi gratuiti. Tremila il numero dei soci filofestival, e oltre 700 i ragazzi volontari. Spiegano gli organizzatori nel comunicato conclusivo: “Lo scenario di crisi è evidente, eppure un’energia sorprendente, un ottimismo concreto, hanno segnato l’edizione che va in archivio”.
E già si pensa alla prossima, che si terrà dal 9 al 13 settembre 2015: “Ci saranno iniziative dedicate all’evoluzione del lavoro culturale e alla nuova fruizione dei contenuti”. Tutti ne parlano: le idee prenderanno in affitto nuovi formati, il giornalismo cambia, l’attività editoriale pure, la tecnologia è il motore di mille cambiamenti. “Uno dei progetti in cantiere – realizzato come altri con il sostegno della Fondazione Cariplo – sarà ‘Prototipi’: Festivaletteratura, con la partecipazione di esperti e soprattutto di ragazzi, crea uno spazio di sviluppo, sperimentazione e verifica di pensieri su nuove forme di scrittura che potrebbero nascere in futuro”.

Commenti