"Abbiamo deciso di aprirci alla città e di creare un luogo che sarà insieme libreria e casa editrice". L'inaugurazione è in programma il 12 settembre. Oltre ai libri, anche mostre e... - I particolari

Aprirà il 12 settembre prossimo (inaugurazione dalle 17.30 in poi), in via Maggio 13r, a pochi passi dal Ponte Santa Trinita, a Firenze, un nuovo spazio dedicato ai libri: Edizioni Clichy, la casa editrice che da tre anni, proprio nel capoluogo toscano, distribuisce in tutta Italia la narrativa francese, la nuova narrativa americana, libri per bambini e alcune collane di saggistica di teatro, politica, divulgazione e approfondimento, come spiega un comunicato “decide di aprirsi alla propria città e ai suoi concittadini e di creare un luogo che sarà insieme libreria e casa editrice. E decide di farlo nell’Oltrarno, creando un presidio culturale di alto livello a pochi passi da dove Alessandro Bonsanti esattamente quaranta anni fa, nel 1975, aprì l’Archivio Contemporaneo del Gabinetto Vieusseux proprio per creare in questa zona di Firenze, un tempo ‘popolare’, una delle più importanti presenze di cultura”.

Aprire una libreria in questa parte di Firenze, dove librerie di questo tipo non esistono, “è una grande sfida, ma anche un contributo culturale che crediamo sia importante per tutta la città. E lo è ancora di più aprirla in Via Maggio, ideale proseguimento di Via Tornabuoni, la via ‘nobile’ di Firenze, al di là del ponte più elegante, il Ponte Santa Trinita, ricostruito “com’era e dov’era” dopo le distruzioni naziste del 1944″.

La Libreria Clichy sarà una libreria generalista, di oltre 90 metri quadri, articolati in due grandi spazi con volta a crociera, direttamente collegata alla redazione della casa editrice Edizioni Clichy e a una corte tipicamente fiorentina di circa 60 metri quadri, nella quale si terranno incontri, presentazioni, laboratori, ma che sarà comunque sempre disponibile per riposarsi nel verde con un libro in mano. Sugli scaffali troveranno posto circa novemila titoli, con ampio spazio per la narrativa, cui sarà dedicata quasi l’intera prima stanza, e un intero grande settore di libri per bambini, che potranno anche sostare e giocare. Ci sarà un settore per la saggistica, uno per la manualistica, molti libri di fumetti e un ampio spazio per i libri di arte, fotografia, cinema e teatro.

Nella Libreria Clichy un apposito settore sarà ogni mese “gestito” da uno scrittore, che proporrà i libri della sua vita. Spazio, tra l’altro, anche a mostre dedicate ad artisti italiani e internazionali.

 

Commenti