Quando uno stimato professore viene accusato di molestie e arrestato, la moglie e i due figli si ritrovano emarginati dalla comunità cui appartengono. “Gente per bene”, il nuovo libro di Zoe Whittall, racconta cosa succede quando la persona di cui si fidano di più viene accusata di un reato impensabile

George Woodbury è uno stimato professore nella scuola media Avalon Hills, un perfetto marito e padre di famiglia, un membro rispettabile della comunità di cui fa parte. È normale, quindi, che quando viene arrestato con l’accusa di aver molestato (e tentato di stuprare) alcune studentesse, la comunità che lo riveriva si divida.

Mentre George è in prigione sua moglie, Joan, oscilla tra il rifiuto della realtà e la rabbia; la figlia, Sadie, studentessa di scuola superiore, popolare e di eccezionale bravura, diventa una pariah sociale; il figlio, Andrew, collabora alla difesa del padre, mentre lotta con i dolorosi ricordi della sua adolescenza.

Gente per bene Zoe Whitall

La famiglia Woodbury è la protagonista di Gente per bene (Elleboro, traduzione di Alessandro Riccardi), il nuovo libro di Zoe Whittall, autrice canadese che ha esordito con Bottle Rocket Hearts, inedito in Italia.

In Gente per bene, Whittall racconta cosa può succedere a una famiglia che, in seguito a un evento traumatico e inaspettato, deve rimettere insieme i pezzi della propria vita e capire come andare avanti quando la persona di cui si fidava di più al mondo viene accusata di un reato impensabile.

Commenti