Novità nella giuria del premio Campiello: escono Riccardo Calimani e Stefano Zecchi. Al loro posto...

L’attrice Ottavia Piccolo è la nuova presidente della Giuria dei Letterati del Premio Campiello, che nel 2017 raggiunge la 55esima edizione.

Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione del Premio Campiello, dichiara: “Per questa edizione abbiamo scelto di affidare la guida della Giuria ad una donna di sensibilità e raffinato spessore culturale. Ottavia Piccolo, che ringraziamo per aver accettato di svolgere questo incarico, oltre che appassionata lettrice, è una magistrale interprete del teatro, del grande e del piccolo schermo. Siamo certi che il suo sarà un contributo importante al successo dell’edizione 2017”.

Tra le novità di questa edizione, due nuovi ingressi nella Giuria dei Letterati. Si tratta di Paola Italia, docente di Letteratura Italiana all’Università di Bologna, e del veneziano Lorenzo Tomasin, docente di letteratura italiana all’Università di Losanna. Lasciano la Giuria Riccardo Calimani e Stefano Zecchi, ai quali il Premio Campiello rivolge i ringraziamenti per il lavoro svolto, con un particolare apprezzamento per la decennale attiva e proficua partecipazione di Riccardo Calimani.

Gli altri componenti della Giuria dei Letterati sono: Federico Bertoni, docente di Critica letteraria e letterature comparate all’Università di Bologna, Chiara Fenoglio, studiosa di Letteratura Italiana, Philippe Daverio, storico dell’arte, Luigi Matt, docente di Storia della lingua italiana all’Università di Sassari, Ermanno Paccagnini, docente di Letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università “La Cattolica” di Milano, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente della “Fondazione Sandretto Re Rebaudengo” di Torino, Roberto Vecchioni, cantautore, scrittore e docente universitario, ed Emanuele Zinato, docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università di Padova.

Per l’anno in corso il Comitato di Gestione, a cui sono affidate l’ideazione, la gestione e la programmazione delle attività del Premio Campiello, è composto, oltre che dal Presidente Andrea Tomat, da Walter Fortuna, Piero Luxardo e Stefania Zuccolotto.

Sono stati confermati i componenti del Comitato Tecnico del Premio Campiello, l’organo che ha il compito di stabilire la piena corrispondenza delle opere ai requisiti del regolamento del Premio. Ne fanno parte i professori Giorgio Pullini (Presidente), Gilberto Pizzamiglio e Ricciarda Ricorda.

Con la definizione della Giuria dei Letterati parte ufficialmente la 55esima edizione del Premio Campiello. Possono partecipare i romanzi pubblicati per la prima volta in volume tra il 1° maggio 2016 e il 30 aprile 2017 e regolarmente in commercio. Al concorso non sono ammessi né saggistica, né poesia, né opere tradotte in italiano da altre lingue.

Il 26 maggio 2017 la Giuria dei Letterati si riunirà a Padova per selezionare la cinquina finalista e annunciare il Premio Opera Prima. Il vincitore della 55esima edizione del Premio Campiello, indicato dalla Giuria dei Trecento lettori anonimi, verrà proclamato sabato 9 settembre al Gran Teatro la Fenice di Venezia.

Il Premio Campiello, istituito nel 1962 dagli Industriali del Veneto, è promosso e gestito dalla Fondazione Il Campiello, composta dalle Associazioni Industriali del Veneto e dalla loro Federazione regionale.

ale.

Commenti