Grande spazio riservato ai racconti, tanti scrittori, ovviamente, ma attenzione anche per la musica, l'arte, il teatro e... - Dall'1 al 4 giugno la quinta edizione del festival "La Grande Invasione"

Giunge alla quinta edizione La grande invasione, il festival della lettura che dall’1 al 4 giugno torna a Ivrea, curato anche quest’anno da Marco Cassini e Gianmario Pilo, affiancati da Lucia Panzieri per la sezione “Piccola invasione”.

Come spiega il comunicato ufficiale, sarà una “Grande invasione di racconti”: ampio spazio verrà infatti dedicato a uno dei generi letterari più amati, il racconto, che verrà approfondito da sedici autori invitati al Festival. Da Nadia Terranova a Giorgio Fontana, da Alessandro Perissinotto a Fabio Genovesi, da Donatella Di Pietrantonio e Elena Varvello a Paolo Cognetti e molti altri: gli scrittori parleranno del loro racconto preferito per poi approfondire nella “piazzetta del racconto”, nuovo spazio allestito all’aperto in via Arduino. Protagoniste di diversi momenti del programma saranno poi le short stories della scrittrice americana Lucia Berlin, autrice non a caso del libro La donna che scriveva racconti, lette da Francesca Brizzolara.

Torna “La nostra carriera di lettori”, appuntamento quotidiano in cui autori di successo tracciano un percorso tra le proprie letture. Tra gli ospiti confermati Domenico Starnone, Valeria Parrella, Marco Missiroli, Nicola Lagioia, Marcello Fois e Diego De Silva.

Ogni mattina aprirà il Festival l’ormai tradizionale colazione con la lettura dei quotidiani commentati dagli ospiti del festival. A seguire gli appuntamenti che animano luoghi, negozi, strade, ristoranti di Ivrea invitando cittadini e visitatori a leggere insieme: dai gruppi di lettura condotti dalle blogger di TwoReaders ai laboratori di teatro e sceneggiatura, dai pranzi letterari, aumentati nel numero, agli approfondimenti su temi e personaggi della filosofia greca curati da Matteo Nucci, fino all’appuntamento serale con il Late show affidato quest’anno a Marco Rossari.

la grande invasione

Tra le novità di quest’anno una sezione dedicata alla saggistica, curata da Davide Gamba e Paolo Bricco. Tra gli ospiti Luciano Canfora, Francesco Paolo De Ceglia, Gianni Passavini, Mario Desiati.

Ci saranno anche ospiti stranieri: dal Premio Strega Europeo Annie Ernaux che presenta il suo nuovo romanzo Memorie di ragazza, alla scozzese Ali Smith al centro di una  riscoperta in Italia; oltre a tre esordienti, la messicana Laia Jufresa e le due statunitensi Alexandra Kleeman e Elisa Albert.

Si rinnova la collaborazione con il festival I Boreali che quest’anno propone alla Grande invasione l’opera dello scrittore-entomologo svedese Fredrik Sjoberg.

Raddoppia lo spazio dedicato agli autori esordienti: Ilaria Macchia, Valerio Callieri, Alberto Rollo, Alessandra Minervini, Silvia Greco, Luca Bernardi, Anna Giurickovic Dato.

Confermati anche gli appuntamenti che abbinano letteratura e teatro, ospitati al Teatro Giacosa. Tra gli ospiti di quest’anno Neri Marcorè, Francesco Montanari e Sonia Bergamasco.

La sezione “Leggere la musica” propone invece conversazioni-showcase con i nomi di punta della musica indie (tra gli ospiti Tommaso Paradiso di The Giornalisti, Calcutta e Cosmo) e della musica hip hop (Ghemon).

La musica è anche protagonista del concerto del 2 giugno che vedrà esibirsi sul palco di piazza Ottinetti Nada. Il gruppo emergente Gomma sarà allo Zac per il concerto finale del festival (4 giugno).

Spazio anche all’arte: al centro le opere di Lorenzo Mattotti, illustratore e fumettista che esporrà per la prima volta Ghirlanda, suo ultimo graphic novel. Tra i lavori esposti anche le tavole tratte da Le avventure di Pinocchio e l’Orlando Furioso. La mostra sarà ospitata al Museo Garda fino a novembre 2017.

L’arte sarà protagonista anche della serie di incontri con Luca Scarlini “Le rocambolesche avventure di un’opera d’arte”.

Fitto il calendario della Piccola invasione di spettacoli, letture e laboratori destinati al pubblico dei bambini (e dei loro genitori): anche quest’anno un terzo degli appuntamenti di tutto il festival è dedicato a loro. Fra i tanti nomi Stefano Bordiglioni con Storie, canzoni, filastrocche; Emanuela Bussolati che torna a Ivrea per raccontare il progetto del Museo nomade, un museo di storie mai ferme e Andrea Valente con Big Bang Boh, uno spettacolo per raccontare l’universo.

Infine e per la prima volta, Vistaterra, il progetto d’impresa turistica etica del Gruppo Manital, ha scelto di aprire le porte del suo Castello a cinque giornate di eventi dedicati a cultura, musica, letteratura, bellezza ed enogastronomia, per far vivere ai suoi ospiti un’esperienza unica. Il castello di Parella, dopo anni di silenzio e abbandono, riapre sulle splendide colline del Canavese come parte integrante del più ampio progetto di Vistaterra, con una fitta agenda di appuntamenti curati da La Grande invasione: dall’inaugurazione del 31 maggio con Neri Marcorè che intervista il founder Graziano Cimadom, alla lettura de L’inseguitore di Cortazar da parte di Vinicio Marchioni; dall’esclusivo incontro coi Premi Strega Nicola Lagioia, Ernesto Ferrero e Domenico Starnone, curato da Stefano Petrocchi, al racconto di Madame Butterfly di Luca Scarlini, per chiudere poi domenica 4 giugno con il DJ Set di Saturnino.

Commenti